Un uomo dimentica sua figlia adottiva in macchina e parte per un viaggio: la piccola muore qualche ora dopo

NOTIZIE

Un uomo dimentica sua figlia adottiva in macchina e parte per un viaggio: la piccola muore qualche ora dopo

Data 15 giugno 2018

Una bambina di appena un anno, originaria del Tennessee, Stati Uniti, è stata lasciata sul sedile posteriore di un'auto dal suo papà adottivo e, purtroppo, è morta poche ore dopo.

Secondo il rapporto della polizia di Nashville, Matt Barker è uscito di casa alle 7:30 per lasciare i suoi due bambini, Katera, di un anno, e un altro di 5, all'asilo nido.

Questa sera la madre adottiva ha trovato la bimba di fronte casa, in Virginia Ave. La piccola è stata dichiarata morta all'arrivo al Vanderbilt Hospital. L'inchiesta continuerà durante la notte.

Barker è tornato a casa alle 8 quella stessa mattina, ha parcheggiato il suo furgone davanti all'ingresso, con Katera ancora nel seggiolino dell'auto, e poi si è diretto all'aeroporto utilizzando il car pooling, ha dichiarato la polizia.

Mentre era in aeroporto, sua moglie, Jenny Barker, era già uscita di casa per andare al lavoro.

Più tardi, nel pomeriggio, Jenny è andata a prendere i bambini dall'asilo, dove una dipendente le ha detto che Katera non era stata lasciata quella mattina. La donna ha immediatamente chiamato suo marito realizzando nei terribili attimi dopo che sua figlia avrebbe potuto essere ancora in macchina.

Quindi ha chiamato rapidamente il 911 mentre tornava a casa e ha tirato fuori dall'auto Katera. Ha eseguito le manovre di rianimazione fino all'arrivo dei medici che hanno trasportato la bimba al Vanderbilt Children's Hospital, dove è stata dichiarata morta.

La polizia ha dichiarato che Matt Barker ha involontariamente lasciato la figlia di un anno nel furgone dopo aver portato l'altro figlio all'asilo.

La bimba è morta dopo essere stato lasciata in un furgone bollente di fronte casa a East Nashville.

 La polizia ha dichiarato che una bambina di un anno è morta dopo che il papà adottivo l'ha dimenticata involontariamente mercoledì nel furgone di fronte casa sua a East Nashville.

La temperatura quel giorno ha rapidamente raggiunto i 31 °C, che all'interno del veicolo possono tranquillamente diventare 50 °C, e ciò può risultare fatale per chiunque, ancor di più se si tratta di un bambino o un animale domestico.

La morte della bimba è la settima registrata quest'anno, anche tutte le altre vittime erano bimbi di un anno o meno, secondo NoHeatstroke.org, un sito di informazione che si occupa di decessi in auto. In totale, dal 1998 749 bambini sono morti a causa dei colpi di calore sopraggiunti in macchina, secondo il sito web. Quasi un terzo aveva meno di 1 anno e 1 bambino su 5 aveva 1 anno.

ChameleonsEye / Shutterstock.com

Più della metà delle morti, secondo le informazioni contenute sul sito, si sono verificate perché chi doveva accudire i bambini si dimenticava che erano nel seggiolino dell'auto. Oltre agli incidenti, il colpo di calore è la principale causa di morte nei veicoli per bambini piccoli e fino ai 14 anni.

Un consiglio che arriva dalle autorità per aiutare i genitori a non dimenticare i bambini sul sedile posteriore di un'auto è quello di mettere il portafoglio, la borsa o una scarpa vicino ai bimbi.

Fonti: Metro Nashville PD / Twitter, USA Today, CBS News, NY Daily News