Una donna si è alzata dalla sedia a rotelle per aiutare un adolescente a salvare la vita all'amico che stava annegando

Un dodicenne stava per annegare in una piscina, ma uno sforzo congiunto gli ha salvato la vita.

Un ragazzo di nome Cody Runyon stava nuotando nella piscina del complesso residenziale Villages a Rochester, nel Minnesota, quando si è accorto di aver perso di vista il suo amico Evan.

Sono andato sott'acqua e all'improvviso l'ho visto che giaceva privo di sensi sul fondo della piscina, a un metro e mezzo di profondità.

Siccome non c'erano bagnini nei paraggi, Cody ha dovuto pensare in fretta: ha nuotato in direzione dell'amico, si è tuffato in acqua e ha cercato di tirarlo fuori. Ha raccontato che mentre lo trascinava verso il lato della piscina dove si toccava tenendolo per la vita è intervenuta un'altra persona in suo aiuto. 

Desiree Pasko usa la sedia a rotelle a causa di una sindrome chiamata fibromialgia, che le impedisce perfino di sollevare gli oggetti. Ma è stata proprio lei ad aiutare Cody a tirare Evan fuori dall'acqua.

Mi sono avvicinata e ho detto al ragazzo, "Non è divertente. Se è uno scherzo, non è affatto divertente”

Quando si è resa conto che il ragazzo non stava fingendo, ce l'ha messa tutta per dare una mano a tirarlo fuori e ha iniziato a eseguire il massaggio cardiopolmonare. Dopo alcuni tentativi di rianimazione, Evan finalmente ha ripreso a respirare.

Ero terrorizzata, ero spaventata a morte. Era così minuscolo in quel momento, ed era livido e freddo.

Quando il ragazzo è stato trasportato in ospedale e gli hanno raccontato dell'accaduto, ha detto che questa esperienza gli ha cambiato la vita e che sarà eternamente grato a Cody e Desiree.

Sono sicuramente degli eroi. 

L'adrenalina può aiutarci a fare cose impossibili!

Raccommandiamo