Bimbo caduto nel pozzo da molti giorni: un pompiere gli scrive una lettera strappalacrime

Notizie

January 27, 2019 22:57 By Fabiosa

Il 13 gennaio 2019 un bambino spagnolo di appena 3 anni è precipitato in un pozzo largo 25 centimetri e profondo 100 metri, in Andalusia. Sono scattate immediatamente le procedure di soccorso.

Dal giorno della sparizione, il mondo intero è rimasto con il fiato sospeso, nella speranza di vedere riemergere vivo il piccolo Julen Rosello. Finora è stato necessario l'intervento di numerosi soccorritori ed ingegneri per scavare un pozzo parallelo a tempo di record.

In una situazione normale, questo genere di operazione impiegherebbe tre mesi per venire effettuata, ma la squadra di Totalán, Malaga, spera di riuscirci in pochi giorni. Un ufficiale della Guardia Civil spagnola ha condiviso i suoi pensieri con il mondo, durante le operazioni di salvataggio.

Nonostante abbia scritto la lettera in forma anonima, le sue parole toccanti hanno fatto venire le lacrime agli occhi a migliaia di persone. Ecco alcuni dei brani più commoventi del testo:

Come Guardia Civil e come persona, ammetto che mi si è spezzato il cuore a parlare con i familiari nei primi minuti di disperazione; ma ero anche totalmente concentrato mentre ascoltavo la tv e la Centrale coordinava via via le operazioni di soccorso.

L'ufficiale anonimo ha anche ammesso di non aver mai assistito ad un'opera di polizia ed ingegneria così minuziosa prima di allora:

Lavoro in questo mondo da poco tempo, ma riesco a sentirmi così piccolo di fronte a tale spiegamento di Unità di élite della Guardia Civil. Vederle lavorare, coordinate dall'esperienza di pompieri, fisici, ingegneri, ecc. è un grande esempio di professionalità.

LEGGETE ANCHE: Bimbo di 3 anni cade nella gabbia: il gorilla si lancia per afferrarlo

La lettera prosegue così:

È incredibile come tutti stiano cercando soluzioni e stiano 'inventando' il modo per raggiungere Julen in fretta e in tutta sicurezza.

Anche se, con il passare delle ore, si affievolisce sempre più la possibilità di trovare Julen vivo, le speranze si mantengono vive tra i membri delle squadre di salvataggio:

Dopo tre giorni di lavoro ininterrotto al pozzo, non dimenticherò mai le parole di un mio collega: 'Non ci fermeremo finché non lo salveremo, questo è certo'.

LEGGETE ANCHE: Poliziotto scoppia in lacrime mentre racconta i dettagli sul salvataggio di un minore

Secondo alcuni, non importa la fatica e il dolore nel portare a termine il compito; a tutti sta a cuore la vita del piccolo:

A più di una settimana dall'inizio del lavoro, abbiamo il fisico provato ma il cuore e la volontà intatte. La Spagna può dormire sogni tranquilli.

Le parole del pompiere hanno commosso il mondo intero. Speriamo che l'incubo finisca presto e che Julen possa riabbracciare i suoi cari.

LEGGETE ANCHE: Gatto di 15 chili viene messo a dieta dai padroni: i risultati sono incredibili!