Bambini con la febbre: fino a che punto è normale, quando bisogna iniziare a preoccuparsi e quando si deve chiamare un medico

Salute e Stile di vita

Un bambino con la febbre può essere un'esperienza traumatica per i neo-genitori. Ma in realtà tutti i bambini avranno la febbre, prima o poi, per quanto attenti essi siano. Ecco perché è importante sapere come essere preparati alla febbre e cosa fare nel caso tuo figlio si ammali.

Per prima cosa, alcune informazioni fondamentali sulla febbre che è bene conoscere:

1. La febbre è un sintomo, non una malattia

La febbre indica che il corpo di tuo figlio sta cercando di combattere contro un'infezione causata dalla presenza di un virus o di un batterio nell'organismo. Altri fattori (esercizio fisico, giocare sotto al sole) possono aumentare la temperatura corporea, e, in tali casi, è inutile preoccuparsi.

2. Misura la temperatura di tuo figlio sotto le ascelle

Dr. Delos Reyes raccomanda di usare un termometro ideato specificatamente per le ascelle. Con questo tipo di termometro, una temperatura di 37,5 ºC è considerata febbre. La febbre media va dai 38 ai 39 ºC, la febbre alta va dai 40 ai 41 ºC, e una febbre altissima è qualunque temperatura superiore ai 41,5 ºC.

3. Non fidatevi ciecamente dell'espressione "più sono coperti, meglio è"

A volte i genitori credono che vestire i figli con maniche lunghe e coperte li spingerà a sudare abbastanza da eliminare la febbre. Sbagliato. Al contrario, se tuo figlio è troppo coperto, la temperatura corporea tenderà ad aumentare. Se la temperatura di tuo figlio supera i 38,5 ºC, è ora di andare dal medico.

4. I dentini non dovrebbero far venire la febbre

Dr. Delos Reyes insiste sul fatto che:

Ci sono veramente poche prove a difesa del fatto che mettere i dentini possa causare febbre. Sebbene sia difficile escluderlo del tutto, è sempre meglio identificare altre possibili cause, per la febbre, specialmente se sale sopra i 38,5 ºC.

5. La febbre è una reazione normale a un vaccino

La febbre di solito compare entro le ventiquattro ore successive all'iniezione. Ma se persiste, porta tuo figlio dal dottore.

Quando non è il caso di preoccuparsi?

  1. Quando tuo figlio ha una febbre che dura meno di cinque giorni, il suo comportamento è pressoché lo stesso, e mangia, beve e gioca normalmente (per quanto possa essere più stanco del solito).
  2. Se la temperatura di tuo figlio non supera i 39,5 ºC. Potrebbe essere una febbre comune, e non c'è bisogno di preoccuparsi.
  3. Febbre bassa in seguito a un vaccino. Potrebbe essere normale, a meno che non duri più di quarantotto ore.

Quando preoccuparsi?

I segnali preoccupanti includono:

  • mangiare e bere pochissimo;
  • cambiamenti nel comportamento (letargia);
  • diarrea o costipazione;
  • urina scarsa e di colore scuro, o dolore durante la minzione;
  • vomito frequente.Persistente mal di gola;
  • mal di testa costante;
  • confusione e nascita di denti;
  • mal d'orecchio;
  • problemi respiratori;
  • eruzioni cutanee.

Quando andare al pronto soccorso?

  1. Se il bambino ha la febbre nei primi tre mesi di vita, perché a questa età è l'unica reazione possibile quando viene colpito da una malattia grave.
  2. Se la febbre di tuo figlio dura più di cinque giorni. Le infezioni batteriche possono causare febbre di lunga durata e devono essere trattate con antibiotici prescritti da un medico.
  3. Se la febbre supera i 40 ºC.
  4. Se la febbre di tuo figlio non si abbassa, anche dopo l'assunzione di antipiretici.
  5. Il comportamento del bambino è insolito, non riesce ad alzarsi dal letto e non beve abbastanza liquidi.
  6. Se tuo figlio ha convulsioni e febbre, in quanto potrebbero essere sintomo di meningite.

Come tenere sotto controllo la febbre di tuo figlio?

  1. Fagli un bagno tiepido con una spugna, per dargli un po' di sollievo. Non aggiungere alcool all'acqua, perché può essere assorbito dal corpo e causare tossicità.
  2. Mantieni la temperatura nella cameretta abbastanza fresca, e fagli indossare vestiti leggeri e freschi.
  3. Fagli bere molti liquidi. Anche i ghiaccioli aiutano.
  4. Tuo figlio può muoversi per casa. Non deve stare sdraiato tutto il tempo. La cosa importante è che non corra e non si stanchi troppo.
  5. Non dargli mai aspirina per tenere la febbre sotto controllo. Questo medicinale è stato collegato a una rara malattia nei bambini, chiamata "Sindrome di Reye".
  6. Se credi che la febbre possa essere dovuta alla dengue, non dargli ibuprofene, acido mefenamico o altri anti infiammatori non steroidei, in quanto possono far peggiorare i sintomi. La cosa migliore in questo caso è dargli del paracetamolo.

Se credi che queste informazioni siano utili, non dimenticarti di condividerle con amici e parenti. E ricorda, meglio prevenire che curare!

Fonte: Fonte: Smart Parenting - Health Essentials Cleveland Clinic

LEGGETE ANCHE: Gli oli essenziali che possono abbassare la febbre


Questo post ha scopi puramente informativi. Non intende sostituirsi al parere medico. Fabiosa Italia declina ogni responsabilità in merito a eventuali conseguenze derivanti da qualsiasi trattamento, procedura, esercizio fisico, cambiamenti dell’alimentazione, azione o applicazione di farmaci in seguito alla lettura delle informazioni contenute in questo post. Prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento il lettore dovrebbe consultare il proprio medico curante o un altro operatore sanitario.