6 cibi definiti salutari, che salutari non sono

STILE DI VITA & COMMUNITY

6 cibi definiti salutari, che salutari non sono

Date November 28, 2017 11:53

Ci sono un sacco di cibi, venduti come sani, che in realtà non fanno bene all'organismo. Gli esperti hanno stilato una lista contenente i cibi considerati erroneamente salutari dai consumatori e dai media; vediamola.

  1. Barrette ai cereali

È uno degli errori più comuni: pensare che le barrette ai cereali siano il top quando si parla di salute. Il problema principale è che, in realtà, le barrette sono molto lavorate e contengono diversi zuccheri raffinati, oli nocivi, calorie e grassi. La situazione è ancora più drammatica se la barretta contiene pezzetti di cioccolato o sciroppo al cioccolato. Non bisogna lasciarsi fuorviare dalla presenza di avena e altra frutta a guscio: le barrette che le contengono hanno più calorie e grassi delle ordinarie barrette al cioccolato. Meglio comprare mandorle, anacardi e altra frutta a guscio direttamente e dimenticarsi delle barrette ai cereali una volta per tutte!

  1. Biscotti a colazione

I biscotti sono poveri di proteine e ricchi di zuccheri; possono contenere l'equivalente di tre cucchiaini di zucchero! Perciò, mangiare biscotti a colazione di certo non è un’opzione salutare per il corpo. Meglio prepararsi un uovo sodo, fiocchi d'avena, porridge senza zucchero e, nel caso, aggiungere un integratore di proteine per aumentare il contenuto proteico della colazione.

  1. Succhi "green" pronti

La mancanza di fibre in questi succhi facilita l'assorbimento degli zuccheri e può portare a un rapido consumo degli stessi; quindi, quando le energie si riducono durante la giornata, si è tentati da altri cibi ricchi di zuccheri. 415 ml di succo contengono fino a 52 grammi di zucchero, la stessa quantità contenuta in 90 grammi di cioccolato al latte. È molto meglio scegliere frutta fresca o verdure, e sfruttare le fibre che ci offrono per rallentare la metabolizzazione degli zuccheri. In questo modo si manterranno livelli di energia più stabili. I succhi non sono proibiti, ovviamente, ma è meglio non berli quotidianamente.

  1. Olio di cocco

Sfortunatamente, l'olio di cocco è molto ricco di grassi saturi, che aumentano i livelli di colesterolo nel sangue; inoltre, è ricco di calorie, ed è perciò molto facile consumarne troppo. Come se non bastasse, ha la capacità di ostacolare il mantenimento del peso nelle persone con problemi di salute. Meglio preferire l'olio di oliva (extravergine) e usare quello di cocco solo ogni tanto e con moderazione.

  1. Piatti surgelati a basso contenuto calorico

Sono piatti ricchi di sodio e di zuccheri aggiunti. Inoltre, le porzioni sono piccole e possono portare all'eccessivo consumo di altri alimenti. Può capitare di pensare di mangiare molte porzioni di verdure o frutta, quando in realtà i cibi surgelati ne contengono al massimo un quarto di tazza; è molto facile rimanere ingannati. Meglio optare per un petto di pollo con aglio, erbe, peperoni e cipolle, accompagnato con riso integrale.

  1. Cibi senza glutine

I cibi senza glutine sono chiamati "sani" e "naturali", mentre la verità è che una dieta senza glutine sarebbe restrittiva, complessa e costosa. Quando il glutine è rimosso dal cibo, gli fa perdere tutta la sua elasticità e morbidezza; inoltre, per garantire un buon sapore, solitamente vengono aggiunte altre sostanze, ad esempio fibre lavorate e stabilizzatori. È invece importante scegliere alimenti ricchi di cereali integrali per massimizzare l'assunzione di fibre, vitamine, minerali, fitonutrienti e proteine.

Fonte: Fonte: Yahoo

LEGGETE ANCHE: Cambiare le abitudini alimentari: difficoltà e motivazioni