Un artista realizza strumenti che permettono a bambini su sedia a rotelle di creare opere d'arte

Ispirazione

I molteplici effetti positivi che l'arte ha su persone con qualsiasi tipo di disabilità sono già stati dimostrati. Il ballo, la pittura, la musica, l'artigianato, sono tutte attività già ampiamente utilizzate da arteterapeuti di tutto il mondo per i loro comprovati benefici fisici, mentali e psicologici.

Nel settore delle arti figurative, molti artisti lavorano individualmente, ma c'è anche chi pensa più globalmente o socialmente, come nel caso dell'artista Dwayne Szot, che sin da ragazzino è stato convinto di voler fare un tipo diverso di arte per aiutare le persone e non solo a esporre i loro dipinti nelle mostre. Voleva fare arte per promuovere il cambiamento sociale e definisce le sue opere come la "creazione della pienezza delle esperienze".

L'artista è cresciuto insieme ai suoi fratelli adottivi affetti da disabilità, ha vissuto in una realtà di adeguamento e di ricerca dell'accessibilità. I suoi ricordi d'infanzia lo hanno spinto a creare uno strumento che permette ai bambini su sedia a rotelle di dipingere il pavimento e fare palloncini.

Dwayne Szot è un artista che si è dedicato alla creazione e invenzione di strumenti per i bambini con disabilità, e l'effetto positivo della riabilitazione sui bambini grazie al suo lavoro è già stato riconosciuto.

L'artista ha iniziato a creare alla fine degli anni Ottanta, con la prima rappresentazione di dipinti di artisti su sedia a rotelle. Da allora ha solo perfezionato i suoi metodi e strumenti, inventando nuovi modi per coinvolgere in attività artistiche i bambini con mobilità ridotta.

Szot ha spiegato che ciò che crea va ben oltre il lasciare segni sul pavimento da parte dei bambini. Quello che si procurano è l'opportunità di godersi la vita al massimo attraverso esperienze straordinarie.

Persone come Szot rendono il modo un posto migliore, più inclusivo, più accessibile e più felice.

Fonte: Fonte: Razões para Acreditar

Raccommandiamo