Sette modi in cui un attacco di panico può facilmente essere confuso con ipoglicemia

Salute e Stile di vita

October 27, 2017 12:48 By Fabiosa

Sta diventando sempre più comune al giorno d'oggi sentire il tuo medico dichiarare che hai avuto un attacco di panico o d'ansia. Non che il problema sia diventato così comune, ma questi casi iniziano finalmente ad essere riconosciuti per quello che sono.

Ma c'è un altro problema che presenta gli stessi sintomi di un attacco di panico, ed è una condizione pericolosa come molte altre: l'ipoglicemia. Abbiamo bisogno di riconoscere le similitudini e, ancora più importante, le differenze, in modo da evitare di commettere errori e fare una diagnosi sbagliata durante un attacco di panico o una crisi ipoglicemica.

Thanit Weerawan / Shutterstock.com

Il primo passo è conoscere le differenze 

La sindrome di panico è un problema psicologico causato da uno stato psicologico di forte ansia. Sotto queste condizioni, il cervello pone il corpo sotto stress estremo.

D'altra parte, l'ipoglicemia è un disordine fisiologico causato da una diminuzione eccessiva dei quantitativi di zuccheri nel sangue. Di solito si associa a un aumento di insulina che altera il modo in cui funziona il nostro metabolismo. Può essere transitorio o cronico (disordine ipoglicemico).

Com'è possibile che due cose tanto diverse vengano confuse tra loro?

Quando entrambe le patologie si manifestano presentano alcuni sintomi in comune, cosa che può facilmente portare a una diagnosi errata.

pathdoc / Shutterstock.com

3 modi per fare distinzione tra i problemi 

È ovvio che quando ci rivolgiamo al Pronto Soccorso per un problema di salute, la nostra condizione verrà identificata correttamente nel giro di qualche minuto: un veloce esame del sangue è sufficiente a confermare una diagnosi di ipoglicemia. Ma è anche possibile giungere a conclusioni simili cercando tre differenze tra queste due patologie durante gli esami preliminari:

  1. Alito cattivo. Di solito, una persona con bassi livelli di zuccheri nel sangue presenta alito cattivo dovuto ai cambiamenti nel metabolismo. Si tratta di un sintomo non riscontrabile in pazienti che si sospetta soffrano di disordini d'ansia.
  2. Svenimenti. Nonostante si sentano come se stessero al punto di perdere conoscenza, coloro che soffrono di attacchi di panico svengono raramente. Una persona affetta da ipoglicemia, invece, potrebbe svenire facilmente e velocemente.
  3. Dolore simile a un attacco cardiaco. Quando percepiamo un dolore acuto al petto - quel tipo di dolore intenso che è spesso associato ad un attacco cardiaco - è probabile che stiamo soffrendo di un attacco di panico in quanto questo sintomo non si presenta in caso di ipoglicemia.
  4. Trattamento raccomandato. Sollievo da attacchi di panico può essere trovato nell'aiuto altrui, tramite supporto e aiuto a rilassarsi. Questo è praticamente impossibile quando si tratta di ipoglicemia, in quanto si ha bisogno di una dose di glucosio per potersi riprendere.

Fonte: Fonte: Vix


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Prima di utilizzare le informazioni presentate, consultare uno specialista certificato. L’utilizzo delle informazioni sopracitate può risultare nocivo per la salute. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o conseguenze che possano risultare dall’utilizzo delle informazioni fornite.