Il dolore alla pianta del piede può essere sintomo di almeno cinque problemi di salute

Il dolore alla pianta del piede, dopo essersi svegliati e alzati dal letto, è molto più diffuso di quanto immaginiamo. Potrebbe essere associato al calzare scarpe inadeguate, soprattutto nelle donne. Tuttavia, il malessere in questa zona può anche essere sintomo di altri problemi di salute. Diamo un'occhiata ai principali:

1. Metatarsalgia

La metatarsalgia, solitamente, colpisce le ossa del metatarso (l'area vicino alle dita dei piedi), ma può colpire anche la pianta dei piedi. Questa spiacevole condizione può comparire dopo aver calzato scarpe che danneggiano l'area o allenandosi con eccessiva intensità. Nel caso in cui si presenti forte dolore e infiammazione, l'individuo affetto da questa patologia deve assumere farmaci o fare fisioterapia per alleviare il fastidio e ridurre il dolore.

2. Fascite plantare

La fascite plantare non è altro che un'infiammazione del tessuto fibroso che parte dal tallone e arriva fino alle dita dei piedi. Questa condizione è molto diffusa tra chi rimane in piedi a lungo o pratica sport ad alto impatto. Solitamente, il maggior fastidio si avverte la mattina presto, dopo essersi svegliati. Ciò si verifica perché l'area della fascia plantare, durante la notte, non si allunga, causando dolore nelle prime ore della giornata.

3. Sesamoidite

Le ossa sesamoidi si trovano vicino agli alluci e sono collegate da un solo tendine. La sesamoidite compare quando il tessuto si gonfia e la persona soffre di dolore alla pianta del piede.

4. Cedimento dell'arco (o volta) plantare

Il cedimento dell'arco plantare si verifica nella parte interna del piede e può provocare dolore anche alla pianta. Se è questo il tuo problema, potresti aver bisogno di consultare un ortopedico o un fisioterapista.

5. Spur sui talloni

Il calcagno si trova nella parte posteriore del piede ed è l'osso più grande. A volte, vi si può sviluppare un rigonfiamento osseo che duole quando si poggiano i piedi per terra.

Per evitare dolore al piede, segui i trattamenti consigliati dal tuo fisioterapista. Non calzare scarpe troppo flessibili o basse. Inoltre, cerca di evitare d'indossare troppo spesso i tacchi, fai attività fisica e mantieni il peso ideale per la tua altezza.

Fonte: Vix


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.