Sindrome da dumping: come si contrae, quali sono i sintomi e come alleviarli

Salute e Stile di vita

La sindrome da dumping (nota anche come "sindrome da svuotamento rapido") è una condizione in cui il cibo passa troppo velocemente dallo stomaco al duodeno (la prima sezione dell'intestino tenue) e si sviluppa spesso dopo un intervento gastrico.

Ci sono due tipi di sindrome di dumping:

  • sindrome da dumping precoce, i cui sintomi iniziano a manifestarsi da 10 a 30 minuti dopo aver mangiato;
  • sindrome da dumping tardiva, i cui sintomi si manifestano 2-3 ore dopo il consumo dei pasti.

Circa il 75% delle persone con la sindrome da dumping contrae il tipo precoce, il resto quella tardiva. Alcune persone possono anche soffrire della combinazione di entrambi.

I sintomi della sindrome da dumping precoce sono:

  • nausea e vomito;
  • diarrea;
  • dolori e crampi addominali;
  • sensazione di gonfiore o di spiacevole sazietà dopo aver mangiato;
  • intensa sudorazione;
  • debolezza e vertigini;
  • rossore;
  • aumento del battito cardiaco.

I sintomi della sindrome da dumping tardiva sono associati all'ipoglicemia, e sono i seguenti:

  • senso di debolezza e stanchezza;
  • intensa sudorazione;
  • rossore;
  • sensazione di svenimento;
  • fame;
  • aumento del battito cardiaco.

La sindrome da dumping  si verifica solitamente dopo un intervento gastrico eseguito per trattare l'obesità o altre patologie, tra cui il cancro. Questi interventi chirurgici sono:

  • gastrectomia: asportazione di una parte o dell'intero stomaco;
  • esofagectomia: asportazione parziale o totale dell'esofago;
  • bypass gastrico (o alla Roux-en-Y): chirurgia bariatrica (o chirurgia dell'obesità) attraverso la quale viene creata una sacca nello stomaco per evitare di mangiare troppo.

La sindrome da dumping è trattata solitamente con cambiamenti nella dieta, farmaci o interventi chirurgici.

Se i sintomi sono lievi, i cambiamenti nella dieta sono solitamente tutto ciò di cui si ha bisogno. Per i casi gravi è spesso consigliato l'intervento chirurgico.

Per alleviarne i sintomi è possibile seguire i seguenti suggerimenti:

  • mangiare 5-6 piccoli pasti al giorno, invece di tre abbondanti;
  • non bere liquidi per trenta minuti prima dei pasti e per i trenta dopo;
  • masticare bene il cibo per facilitare la digestione;
  • assumere più proteine (le trovate nella carne, nel pollame e nel pesce), fibre e carboidrati complessi (ad esempio farina d'avena e riso);
  • evitare alimenti ad alto contenuto di zuccheri (ad esempio bibite, caramelle, torte, biscotti, dolci);
  • provare ad aggiungere pectina o gomma di guar ai vostri pasti per rallentare l'assorbimento dei carboidrati nel'intestino tenue;
  • chiedere al medico se si ha bisogno di integratori per nutrirsi a sufficienza.

Fonte: Fonte: NIDDK, Mayo Clinic, WebMD

LEGGETE ANCHE: Ragazza con Sindrome di Down è la prima a partecipare in concorso di bellezza nazionale negli Stati Uniti


Questo post ha scopi puramente informativi. Non intende sostituirsi al parere medico. Fabiosa Italia declina ogni responsabilità in merito a eventuali conseguenze derivanti da qualsiasi trattamento, procedura, esercizio fisico, cambiamenti dell'alimentazione, azione o applicazione di farmaci in seguito alla lettura delle informazioni contenute in questo post. Prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento il lettore dovrebbe consultare il proprio medico curante o un altro specialista.