"Basta poco per essere delle brave persone". Parrucchiera offre 1300 tagli gratuiti ai senzatetto

PSICOLOGIA

"Basta poco per essere delle brave persone". Parrucchiera offre 1300 tagli gratuiti ai senzatetto

Data 12 novembre 2017

Una parrucchiera del South Carolina ha deciso di dedicare parte del suo tempo e delle sue abilità ad aiutare i senzatetto. Felicia Ruehmer ha affermato che l'idea di offrire tagli di capelli gratuiti ai disagiati le è venuta dopo aver letto su Facebook la storia di un uomo che aveva fatto la stessa cosa.

Ha deciso di condividere l'idea sui social media, chiedendo aiuto a chiunque volesse darle una mano a sviluppare il progetto. Le risposte sono state perlopiù positive: un sacco di persone si sono offerte con entusiasmo come volontarie per offrire il loro sostegno come potevano. Parlando con Inside Edition, ha affermato:

"Ho sentito che Dio mi aveva chiamata per farlo, perciò ho detto "Lo farò se mi mostri come".

Nel febbraio 2016 ha tenuto il suo primo evento dedicato a offrire acconciature gratuite a chi ne avesse bisogno. Molti parrucchieri e altri volontari hanno fatto sì che la giornata si rivelasse un successo. In seguito ha fondato un'organizzazione chiamata Walking Tall, e da allora non solo ha eseguito 1300 tagli di capelli, ma ha anche fornito cibo e vestiti ai bisognosi.

Ha spiegato che un nuovo taglio di capelli rende le persone più sicure di sé e felici. È questo che spera di portare con la sua opera.

Un taglio di capelli dona loro la forza di rialzarsi in piedi e fa in modo che non si sentano una nullità.

Ruehmer ha viaggiato per 17 stati, tagliando capelli e facendo sentire bene i senzatetto.

Un parrucchiere britannico sta facendo la stessa cosa a migliaia di chilometri di distanza. Come parte delle sua campagna #DoSomethingForNothing, Josh Coombes offre tagli di capelli ai senzatetto.

Ma in questo caso, non solo gli umani ne beneficiano. Ha collaborato anche con un veterinario, dando così assistenza ai cani dei clochard.

La campagna, avviata da Coombes nel 2015, ha visto il parrucchiere impegnato in tagli gratuiti. Col passar del tempo, è stato capace di coinvolgere altri volontari e aiutare sempre più persone.

Coombes spera che la sua iniziativa possa ispirare sempre più persone a mostrare gentilezza nei confronti dei senzatetto e farle sentire parte delle società, e non dei paria. Sta incoraggiando le persone a rivolgere un saluto o qualche parola ai meno fortunati piuttosto che ignorarli e farli sentire esclusi.

Dobbiamo solo elogiare questi parrucchieri per quello che fanno. Non è solo questione di tagliare i capelli, ma anche di interagire con i senzatetto, farli sentire delle persone valide. A volte, basta un po' di attenzione e affetto per far sentire queste persone umane.

LEGGETE ANCHE: Capelli sottili: sei errori che peggiorano le cose