Sette consigli alimentari benefici per i reni per impedire il peggioramento delle malattie renali

Salute e Stile di vita

Una volta diagnosticata una malattia ai reni, devi cambiare dieta, in modo da mantenerli in funzione e prevenire complicazioni. Devi imparare a dire "no" agli alimenti non salutari e a limitare il consumo di alcuni prodotti. Un'adeguata dieta e i giusti farmaci aiuteranno i reni e rallenteranno il progredire della malattia. Un dietista qualificato può aiutarti a creare il piano alimentare adatto a te.

Cosa esattamente devi cambiare nella dieta, per renderla adatta ai reni? Di seguito troverai alcuni suggerimenti.

Attenzione: Questi consigli non sono pensati per i pazienti in dialisi e per chi abbia ricevuto un trapianto di rene.

Per cominciare, puoi aggiungere qualche snack salutare alla tua dieta. Dopotutto, ci sono momenti in cui desideri mangiare e hai bisogno di avere qualcosa a portata di mano:

Limita sale e sodio

Limitare sale e sodio (che è parte del sale) nella dieta aiuterà a controllare la pressione e a prevenire ulteriori danni ai reni. 2.300 mg di sodio al giorno, per te, è il tetto massimo.

  • non aggiungere sale ai cibi quando cucini - aggiungi sapore ai piatti usando succo di limone, spezie prive di sale ed erbe;
  • fai attenzione al contenuto di sodio sulle etichette "Informazioni nutrizionali" degli alimenti che acquisti - l'alimento è ricco di sodio se il "valore energetico quotidiano" è pari al 20% o oltre;
  • risciacqua con acqua i cibi in scatola, prima di consumarli;
  • evita i cibi "veloci", i cibi pronti e gli snack salati - hanno spesso un elevato contenuto di sodio;
  • quando sei al ristorante, informati sempre circa il contenuto di sodio degli alimenti che conti di ordinare.

Assumi una giusta dose di proteine

Assumerne troppe può sovraccaricare i reni, ma le proteine sono un nutriente chiave. Il tuo dietista ti aiuterà a stabilire quale dose faccia al caso tuo.

  • alimenti di origine animale ad alto contenuto proteico includono pollame, latte e latticini;
  • alimenti di origine vegetale ad alto contenuto proteico includono cereali, fagioli e noci;
  • limita gli alimenti ad alto contenuto proteico a 140-200 grammi al giorno, se il tuo medico o il dietista te lo indicano.

Limita i liquidi, se necessario

A seconda dello stadio della patologia, il medico potrebbe raccomandare di limitare l'assunzione di liquidi, perché i reni danneggiati non riescono a liberarsi efficacemente di quelli in eccesso. Può anche darsi che tu debba iniziare a bere meno liquidi e a limitare i cibi a elevato contenuto d'acqua.

Limita il potassio

Muscoli e nervi hanno bisogno di potassio per funzionare bene. I reni danneggiati non riescono a regolare adeguatamente i livelli di potassio ed è per questo che devi fare attenzione agli alimenti contenenti grandi quantità di questo elettrolita.

  • gli alimenti ad elevato contenuto di potassio includono arance, banane, pomodori, riso integrale e selvatico, cereali integrali, latticini, pane e pasta integrali, fagioli e noci - probabilmente dovrai mangiare meno quantità di tutto questo;
  • gli alimenti a basso contenuto di potassio includono mele, pesche, mirtilli, lamponi, carote, cetrioli, ravanelli, fagiolini, pane bianco e pasta in bianco, riso in bianco, riso cucinato e cereali di frumento;
  • anche alcuni farmaci possono alterare i livelli di potassio - chiedi al medico se devi cambiare dosaggio o iniziare ad assumere un medicinale diverso.

Limita il fosforo

Quando i reni non funzionano adeguatamente, i livelli di fosforo nel sangue aumentano. Troppo fosforo nel sangue può danneggiare i vasi sanguigni e rendere fragili le ossa.

  • potresti dover limitare gli alimenti ricchi di fosforo, come pollame, cereali integrali e farina d'avena, latticini, lenticchie e noci;
  • evita cibi e bevande con fosforo aggiunto;
  • il medico potrebbe anche consigliarti di assumere un legante del fosfato per ridurre i livelli di fosforo nel sangue.

Limita l'alcol

Chiedi al medico se bere alcolici possa darti problemi. Se è così, non superare la dose massima da lui indicata.

Scegli grassi salutari

  • limita i grassi insaturi ed evita anche i grassi trans;
  • togli il grasso dalla carne e rimuovi la pelle dal pollame prima del consumo;
  • includi più grassi insaturi nella dieta - alcune buone fonti di tali grassi sono: olio d'oliva, olio di mais e olio di canola.

Fonte: Fonte: NIDDK, American Kidney Fund, WebMD


Questo post ha scopi puramente informativi. Non intende sostituirsi al parere medico. Fabiosa Italia declina ogni responsabilità in merito a eventuali conseguenze derivanti da qualsiasi trattamento, procedura, esercizio fisico, cambiamenti dell’alimentazione, azione o applicazione di farmaci in seguito alla lettura delle informazioni contenute in questo post. Prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento il lettore dovrebbe consultare il proprio medico curante o un altro operatore sanitario.