Travis Mills: un uomo con quadrupla amputazione è il simbolo della volontà e dell'ispirazione

Ispirazione

December 21, 2017 14:23 By Fabiosa

Ogni giorno migliaia di eroi statunitensi combattono in tutto il mondo. Questi uomini e donne coraggiosi cercano di renderlo un posto più sicuro per tutti noi. Il sergente maggiore Travis Mills era uno di loro e ha fatto un sacrificio enorme per il suo Paese, quando è rimasto tetraplegico in seguito a un incidente in Afghanistan. Nonostante ciò, sa come tenere la testa alta e continuare a marciare.

La sua storia

A post shared by Travis Mills (@ssgtravismills) on

Nato e cresciuto a Vassar, nel Michigan, Travis si arruolò nell'esercito statunitense dopo aver conseguito il diploma di scuola media superiore. Fu assegnato all'Ottantaduesima Divisione Aerea con il grado di sergente maggiore.

Durante la sua terza missione in Afghanistan, nel mese di aprile del 2012, il sergente maggiore Mills accidentalmente appoggiò lo zaino su una mina. L'esplosione gli procurò danni gravissimi a tutti e quattro gli arti. Grazie all'aiuto generoso dei medici militari Daniel Bateson e Alexander Voyce, Mills riuscì a sopravvivere, nonostante le ferite gravi riportate. Sfortunatamente, dovette subire una quadrupla amputazione. Per la sua esperienza in combattimento ha ricevuto la Stella di Bronzo e la medaglia Purple Heart. 

La sua famiglia

A post shared by Travis Mills (@ssgtravismills) on

Travis è felicemente sposato con Kelsey Mills, e la coppia ha due figli. All'epoca dell'incidente, nel 2012, la figlia Chloe aveva appena sei mesi. La moglie di Travis lo ha aiutato ad affrontare il faticoso recupero, durato diciannove mesi.

A post shared by Travis Mills (@ssgtravismills) on

Nonostante tutto, hanno deciso di mettere al mondo un altro figlio e il 17 agosto del 2017 è nato un bellissimo bambino. Al piccolo è stato dato il nome Dax, dall'associazione dei nomi Daniel e Alexander, i ragazzi che hanno salvato Travis sul campo di battaglia.

La sua ispirazione a sopravvivere

Il sergente maggiore ha compiuto un'impresa straordinaria semplicemente sopravvivendo all'esplosione, ma ne ha fatta una ancora più grande in seguito. La sua voglia indistruttibile di andare avanti e di vivere la vita al massimo è proprio un miracolo. Tuttavia, perfino Mills è consapevole che non avrebbe potuto farcela da solo. Sostiene che la moglie, l'amore della sua vita, è stata la spalla cui appoggiarsi.

Kelsey Mills è una campionessa. È una campionessa e non potrei vivere in questo modo se lei non fosse al mio fianco. Sono molto grato di averla.

A post shared by Travis Mills (@ssgtravismills) on

Attualmente il trentenne Mills è diventato un oratore motivazionale e gestisce una fondazione dedicata all'assistenza dei veterani feriti in guerra e delle loro famiglie. Grazie per il tuo impegno e che Dio ti benedica, Sergente Maggiore Travis Mills.