Fortuna o sindrome di Waardenburg: cosa ha dato agli incredibili occhi azzurri di Paris Jackson quel colore celestiale?

Celebrità

L’unica figlia della defunta icona del pop Michael Jackson è una giovane donna straordinariamente bella. Paris Jackson è un’attrice e modella che deve gran parte del suo splendore ai suoi incredibili occhi.

gettyimages

Paris Jackson

La splendida Paris Jackson ha solo diciannove anni, ma sembra avere successo in tutto quello che decide di fare. Il 2017 è stato un anno straordinario per la sua carriera da modella, essendo apparsa sulla copertina della rivista Rolling Stone e avendo firmato un contratto con la IMG Models.

Embed from Getty Images

Paris ha anche debuttato come attrice nel marzo dello scorso anno, quando ha partecipato come guest star alla serie televisiva della FOX Star. Il suo debutto nel film Gringo è stato annunciato per marzo 2018. Talentuosa come il defunto padre, Paris è anche una donna bellissima i cui penetranti occhi azzurri potrebbero fermare il traffico se lei lo volesse.

Embed from Getty Images

Il mistero dei suoi occhi

Ovunque Paris vada, sono le sue perle azzurre a rubare la scena. Ma, diversamente da molte altre celebrità, non ha bisogno di utilizzare lenti a contatto per avere uno sguardo accecante. Detto ciò, il segreto dei suoi incredibili occhi potrebbe nascondersi nel codice genetico del suo DNA.

Embed from Getty Images

Alcuni ipotizzano che il fantastico colore dei suoi occhi sia dovuto ad un raro disturbo genetico chiamato sindrome di Waardenburg. Questa condizione, che prende il nome da un oculista danese, potrebbe essere la ragione della straordinaria pigmentazione degli occhi di Paris.

Embed from Getty Images

Il disturbo è accompagnato spesso da diversi gradi di sordità, ma non ci sono segnalazioni di problemi uditivi per la giovane attrice. Quindi sembra che, nel caso in cui avesse la sindrome, ne abbia preso solo la parte migliore.

thanks 2017 ????

A post shared by Paris-Michael K. Jackalope (@parisjackson) on

Sinceramente non è importante se si tratti o meno di una mutazione genetica, noi amiamo comunque i suoi occhi. Abbiamo la sensazione che li vedremo sempre più spesso e non potremmo essere più felici per questo.