Cinque motivi per non sgridare i figli urlando

TRUCCHETTI

Cinque motivi per non sgridare i figli urlando

Date March 6, 2018 13:32

Spesso ci troviamo a sgridare i figli urlando, quando cerchiamo di disciplinarli, e ciò accade più frequentemente di quanto vorremmo ammettere. Urlare può sembrare innocuo rispetto alla violenza fisica, ma in realtà è un modo inefficace per correggere il comportamento di un bambino. Urlare contro i propri figli tende a creare più comportamenti sbagliati e porta conseguenze negative a lungo termine.

I genitori, inoltre, si sentono spesso in colpa dopo essere esplosi, soprattutto se si rendono conto che la loro reazione era esagerata rispetto al comportamento che in primo luogo l'aveva provocata.

Che conseguenze può avere sul rapporto con i propri figli urlargli troppo contro? Qui di seguito vi elenchiamo i motivi per cui è controproducente.

1. Urlare non aiuta a trasmettere un messaggio.

Alzare la voce quando i figli fanno qualcosa di sbagliato rende loro difficile comprendere ciò che viene detto, dato che sentono solo le urla. Gridare può anche fare in modo che i figli facciano ciò che ci si aspetta, ma con la motivazione sbagliata. Agiranno come gli viene richiesto perché vogliono che smettiamo di urlare, non perché si sono resi conto di aver commesso un errore.

2. Urlare può correggere i comportamenti indesiderati, ma solo per un breve periodo.

I figli magari faranno ciò che gli è stato chiesto subito dopo avergli urlato, ma è altamente improbabile che comprendano che quel che hanno fatto è sbagliato e che non devono più farlo in futuro. Si crea quindi un circolo vizioso di urla e comportamenti scorretti. I figli finiranno per essere desensibilizzati alle urla che, diventate l'unica forma di comunicazione, verranno ignorate non appena alzerai la voce.

3. Un bambino che viene spesso sgridato probabilmente diventerà un adulto che grida a sua volta.

I bambini imparano come comportarsi dai genitori o da chi si occupa di loro, ovvero dai modelli principali. Se per risolvere un conflitto comunichiamo con loro solo urlando, invece di parlare con calma, i nostri figli diventeranno adulti che gridano contro il coniuge, i figli o i colleghi, quando qualcosa non andrà nel verso da loro desiderato o quando saranno contrariati.

4. L'urlo alimenta la paura

Ricordate quando i genitori vi sgridavano urlando? Come vi faceva sentire? Eravate probabilmente spaventati, ed è così che si sentono i vostri bambini quando lo fate con loro. Urlare non costringe i figli a rispettarci o ad ascoltarci più attentamente, fa solo temere loro la prossima sfuriata.

5. Urlare costantemente porta a una mancanza di fiducia.

Se si urla contro i figli per ogni minimo errore che commettono, od ogni volta che si comportano male, loro, crescendo, finiranno per cercare consiglio dai propri coetanei o da altre persone. Se desideriamo che i nostri figli si fidino abbastanza da comunicarci onestamente un brutto voto, da discutere con noi un problema dovuto a una relazione o ad altre cose, dobbiamo imparare a parlare con loro in maniera pacata.

Le urla offrono solo una soluzione immediata al loro comportamento, ma a lungo termine creano problemi nel rapporto con i bambini. Conversare tranquillamente con i figli, spiegando loro gli errori commessi senza urlare e insultare, è un metodo molto più efficace. Non bisogna dimenticare di ricordare ai nostri figli che li amiamo, anche se a volte disapproviamo i loro comportamenti.

Fonte: HealthLine, The Guardian, Boston Parents Paper, TheMotherCompany


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.