Cinque segnali e sintomi del gozzo, un rigonfiamento anomalo della tiroide

Il temine gozzo è utilizzato per indicare l'aumento di volume della tiroide. Il gozzo non ha sempre le stesse dimensioni: in alcuni soggetti è piccolo e asintomatico, mentre in altri potrebbe raggiungere dimensioni notevoli e rendere difficoltosa la respirazione e la deglutizione. Il gozzo non è indicativo di una patologia specifica, ma solitamente è associato a un disturbo della ghiandola tiroidea.

Nei Paesi industrializzati la causa più comune del gozzo sono le malattie autoimmuni che colpiscono la tiroide, mentre in quelli sottosviluppati, specialmente delle zone interne, il gozzo spesso si sviluppa a causa di un insufficiente apporto nutrizionale di iodio.

Il gozzo potrebbe richiedere o meno delle cure, a seconda delle dimensioni, delle cause e dei sintomi che l'accompagnano.

Chi è maggiormente a rischio di sviluppare il gozzo?

Tra i numerosi fattori che possono determinare un aumento di volume della tiroide ricordiamo:

  • le patologie della tiroide;
  • un deficit di iodio;
  • l'assunzione di quantità elevate di iodio;
  • il sesso femminile;
  • un'età superiore ai quarant'anni;
  • squilibri ormonali durante la gravidanza, la menopausa o la pubertà;
  • la somministrazione di alcuni farmaci, tra cui il litio;
  • la familiarità positiva per malattie autoimmuni;
  • la radioterapia alla testa, al collo o al torace.

Quali sono le cause più comuni dello sviluppo del gozzo?

Lo comparsa del gozzo può dipendere da molti fattori. Talvolta è provocata da cause fisiologiche, ma nella maggior parte dei casi indica la presenza di una patologia che potrebbe essere una delle seguenti:

  • malattie autoimmuni della tiroide: tiroidite di Hashimoto (che causa l'inattività della tiroide) e la malattia di Graves (che causa l'iperattività della tiroide);
  • carenza di iodio;
  • consumo eccessivo di iodio;
  • tiroidite (infiammazione della tiroide);
  • cancro della tiroide (raramente).

Sintomi del gozzo

Il gozzo può essere accompagnato dai seguenti sintomi (se ha raggiunto dimensioni considerevoli):

  • un rigonfiamento nella parte anteriore del collo;
  • sensazione di pressione sulla gola;
  • difficoltà di respirazione e deglutizione;
  • tosse;
  • voce rauca.

I sintomi che accompagnano il gozzo possono variare a seconda della causa sottostante e includono i seguenti:

  • maggiore sensibilità al caldo o al freddo;
  • perdita o aumento involontario di peso;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • eccessiva sudorazione;
  • perdita dei capelli;
  • spossatezza;
  • irritabilità e nervosismo;
  • insonnia.

Se si manifestano i sintomi sopraelencati, parlane con il tuo medico. Potrebbe prescriverti un esame del sangue e altri test per controllare se la tiroide funziona regolarmente.

Fonte: Mayo Clinic, Medical News Today, WebMD


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo