Perché la principessa Diana non indossò più abiti Chanel dopo il divorzio

Perché la principessa Diana non indossò più abiti Chanel dopo il divorzio

Celebrità

May 24, 2018 12:35 By Fabiosa

Nel 1981, il matrimonio reale tra il principe Carlo e Lady Diana Spencer fu uno spettacolo internazionale che conquistò il cuore di milioni di fan. Purtroppo, la realtà del loro matrimonio fu ben lungi dall'essere ideale.

gettyimages

Il principe Carlo era stato romanticamente legato a Camilla Shand. Dopo la nascita del principe Harry, Carlo riprese la sua relazione con Camilla. E quello fu l'inizio della fine.

gettyimages

Nel 1995, quando il giornalista della BBC Martin Bashir chiese a Diana un suo pensiero su Camilla e la rottura del matrimonio, lei rispose con la celebre frase: “Beh, eravamo in tre in quel matrimonio, quindi era un po' affollato”. Questo strano triangolo amoroso si concluse col divorzio di Carlo e Diana, nel 1996.

gettyimages

Diana si rifiutò d'indossare abiti Chanel a causa di Camilla 

Anche se attirava sempre gli sguardi grazie al proprio senso dello stile, la defunta Diana sembrò evitare d'indossare abiti Chanel, dopo il divorzio.

Lo stilista australiano Jayson Brundson ha rivelato di aver avuto l'opportunità di vestire Diana per un evento di beneficenza e fu allora che fece quella scoperta. Mentre cercava di scegliere un paio di scarpe che si abbinassero al tailleur color crema di Versace che Diana aveva scelto, trovò un paio di scarpe di Chanel.

gettyimages

Non sapendo che lei nutrisse delle riserve al riguardo, Brundson disse: "Beh, queste sarebbero fantastiche con il Versace", al che Diana ribatté: "No, non posso indossare le C intrecciate, la doppia C". Quando Brundson le chiese il motivo, lei rispose: "È per Camilla e Carlo". 

Alla fine, Brundson trovò un paio di Gucci e la cosa si concluse così.

Fu sicuramente dovuto alla tempistica, dato che era subito dopo il divorzio. Diana aveva visto le C intrecciate e le avevano ricordato Carlo e Camilla. Le scarpe erano audacemente Chanel, penso che avessero sopra le C intrecciate. E penso che, nelle foto, la gente avrebbe puntato a quello, considerando il fatto che era passato così poco tempo dal divorzio.

gettyimages

Brundson ha raccontato la sua storia in un'intervista esclusiva ad Harper's Bazaar. Ha anche aggiunto che Diana non aveva problemi con il marchio in sé. Era più preoccupata del fatto che il pubblico avrebbe fatto un collegamento con il principe Carlo e Camilla.

La vita dopo il divorzio

Molte cose cambiarono, dopo il divorzio di Diana. Prima di tutto, perse il titolo di sua altezza reale, non grazie al principe Carlo. Ma la regina le permise comunque di usare il titolo di "Diana, principessa del Galles". Inoltre, le fu permesso di conservare tutti i gioielli che aveva ricevuto per le nozze.

gettyimages

Nonostante il clamore dopo il divorzio, Diana riuscì a crescere i figli insieme al principe Carlo. Anche con la separazione, poté godere di alcuni benefici reali. Aveva accesso ai jet della famiglia reale e fu anche invitata a qualche evento reale.

Prima della morte. avvenuta nel 1997, frequentò l'erede egiziano e produttore cinematografico Dodi Fayed.