"Ti mette al tappeto": la dama inglese Maggie Smith ha parlato apertamente della lotta estenuante contro il tumore al seno

Il tumore al seno è il tipo di cancro più comune. Secondo il National Cancer Institute, colpisce circa il 12,4 per cento delle donne nel corso della loro vita. Sebbene questa percentuale sia allarmante, la buona notizia è che il tasso di sopravvivenza per questo tipo di cancro è anche tra i più elevati. Una delle molte donne coraggiose sopravvissute a questa malattia è Maggie Smith, che la maggior parte di noi conosce come Minerva McGonagall della saga di Harry Potter.

gettyimages

La lotta coraggiosa di Maggie Smith contro il cancro al seno

Come ben sanno tutti coloro le cui vite sono state stravolte dal cancro, il percorso terapeutico potrebbe essere estenuante. Molti pazienti oncologici lo descrivono come “peggiore del tumore stesso”. Alla dama Maggie il tumore al seno fu diagnosticato quando aveva settantatré anni, più di due lustri fa. Si sottopose alla chemio e alla radioterapia durante le riprese del film Harry Potter e il principe mezzosangue.

gettyimages

L'attrice ha preferito non parlare molto della propria esperienza, ma quando l'ha fatto non ha mai indorato la pillola. Quando durante un'intervista rilasciata a The Times le domandarono se volesse tornare a calcare il palcoscenico, rispose:

Mi sento molto abbattuta. Non sono certa di poter tornare a lavorare in teatro, sebbene il cinema sia molto più faticoso. Adesso ho paura. Sono molto indecisa. Non lo faccio da un bel pezzo.

gettyimages

L'attrice ammise che la malattia e le cure ti buttano giù, specialmente se hai una certa età. Nella stessa intervista con The Times, aggiunse:

Penso che dipenda dall'età che avevo quando è successo. Ti stende. Ti ci vuole più tempo per riprenderti, non hai più le forze. Ho paura per la quantità di energia che serve per recitare al cinema o al teatro.

La dama Maggie era davvero troppo stanca per i ruoli teatrali. La sua ultima apparizione sul palco risale al 2007, quando recitò in The Lady From Dubuque. Tuttavia, l'attrice ha continuato a recitare al cinema, cosa che fa ancora oggi.

gettyimages

Alcuni fatti sul cancro al seno: fattori di rischio e sintomi da non sottovalutare

Ecco uno dei motivi per cui il cancro al seno spesso viene scoperto in fase iniziale: il seno è una parte del corpo che si può tranquillamente palpare per avvertire la presenza di un eventuale tumore. Un sintomo che la maggior parte delle donne conosce sono i noduli alla mammella. Tra gli altri sintomi ricordiamo:

  • un nodulo o un rigonfiamento sotto l'ascella;
  • dolore o dolorabilità al tatto, ciclo-indipendente;
  • comparsa di un appiattimento o di una fossetta sul seno;
  • alterazioni della cute (come rossore);
  • alterazioni del capezzolo, come retrazione, prurito o irritazione;
  • secrezioni dal capezzolo, perlopiù di colore chiaro o con tracce di sangue.

otnaydur / Shutterstock.com

Il cancro al seno potrebbe colpire qualsiasi donna, ma alcune sono maggiormente esposte al rischio di questa malattia. I fattori che aumentano il rischio includono i seguenti:

  • storia familiare di cancro al seno;
  • esposizione alle radiazioni;
  • obesità;
  • menarca precoce;
  • menopausa tardiva;
  • terapia ormonale sostitutiva;
  • abuso di alcol.

Esegui l'autopalpazione del seno regolarmente per individuare eventuali cambiamenti, e se noti o senti qualcosa di sospetto parlane con il tuo medico. Inoltre non saltare la mammografia (e altri esami di diagnostica per immagini, qualora siano necessari).

GagliardiImages / Shutterstock.com

Il cancro al seno è curabile se diagnosticato in fase iniziale, pertanto è opportuno prestare la dovuta attenzione al proprio corpo.


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.