Si accorgono che il sorriso della figlia di 7 anni è un po' strano e scoprono che si tratta di un raro tumore al cervello

Famiglia e bambini

January 10, 2019 16:30 By Fabiosa

I tumori al cervello spesso non si manifestano attraverso sintomi. Oppure, se questi sono presenti, possono passare inosservati. Per fortuna, questi genitori da Glasgow (Scozia) hanno notato uno strano sintomo nella figlioletta e sono riusciti a salvarla.

LEGGETE ANCHE: Per i medici era intollerante al glutine: piccola di 18 mesi muore per un tumore al cervello

“C'era qualcosa che non andava”

Era il 31 ottobre 2017 quando Jason Evans e Charlene McCann, da Glasgow, si sono accorti che il sorriso della figlioletta Meghan, di 7 anni, era alquanto strano. La famiglia stava partecipando ad una festa di Halloween per bambini e l'espressione della bimba appariva diversa dal solito.

Questo è bastato perché i genitori portassero Meghan all'ospedale. Lì, il peggior sospetto dei dottori è stato confermato - la piccola aveva un tumore al cervello, delle dimensioni di un mandarino, che premeva su un nervo; quest'ultimo faceva sembrare il suo sorriso storto.

Una squadra di medici del Glasgow’s Royal Hospital, specializzata nella cura dei più piccoli, ha sottoposto Meghan ad un'operazione di 12 ore per rimuovere la massa tumorale.

Il padre della bimba ha raccontato la terribile esperienza:

 È successo all'improvviso. Era Halloween.

Ho notato che il suo sorriso era leggermente diverso. C'era qualcosa che non andava.

Charlene ed io abbiamo deciso di portarla all'ospedale.

Ci è stato detto che i sintomi indicavano la presenza di un tumore.

Temevamo il peggio.

I medici hanno detto che il tumore era della grandezza di un mandarino.

Megan è stata sottoposta a 12 ore di operazione e, all'uscita della sala operatoria, non parlava.

Alla fine è riuscita a parlare, ma come se fosse una neonata.

Poi, per fortuna, ha ricominciato a parlare normalmente.

Ma i problemi nell'esprimersi non sono stati gli unici per Meghan. Infatti, le è rimasto solo il 3% della vista, ma i suoi genitori sperano che una terapia innovativa, disponibile in una clinica di Berlino, possa farla tornare a vedere. Il padre di Meghan ha dichiarato:

È una ragazzina molto amichevole. Le piacciono la ginnastica e la recitazione. Ora Meghan ha iniziato ad imparare il Braille.

Ha dovuto imparare molto ed adattarsi. Siamo estremamente orgogliosi di lei e del modo in cui ha reagito.

Considerata la parte del cervello intaccata dal tumore, ci sono buone probabilità che la clinica di Berlino riesca a restituirle la vista; è quello in cui speriamo.

LEGGETE ANCHE: La credeva solo 'pancia da birra', ma un uomo ha scoperto che si trattava di un tumore da 35 chili

Sintomi di tumore al cervello e soggetti che rischiano di svilupparlo

Ci sono numerosi segnali e sintomi che un tumore al cervello può produrre, e dipendono dalla grandezza e dal punto in cui questo si sviluppa.

Secondo Mayo Clinic, tra i sintomi vi possono essere i seguenti:

  • mal di testa (che potrebbero essere uguali o diversi dai mal di testa normali);
  • mal di testa che diventano più forti e frequenti nel tempo;
  • nausea e/o vomito;
  • problemi alla vista;
  • difficoltà nell'esprimersi;
  • problemi all'udito;
  • problemi di equilibrio;
  • confusione;
  • cambiamenti nel comportamento e nella personalità;
  • convulsioni;
  • perdita di sensibilità o movimento ad un braccio o ad una gamba che peggiora nel tempo.

L'indolenzimento e la perdita di semsibilità non coinvolge solo gli arti ma anche altre parti del corpo: il viso, ad esempio, come nel caso di Meghan.

Si accorgono che il sorriso della figlia di 7 anni è un po' strano e scoprono che si tratta di un raro tumore al cervello

Non si conoscono con certezza le cause del tumore al cervello, ma alcune persone sono più esposte al rischio. I fattori che incrementano il rischio di sviluppare un tumore al cervello includono l'esposizione a radiazioni (ad esempio, radioterapia o disastri nucleari) o casi di tumore al cervello in famiglia.

Se scoprite di avere alcuni dei sintomi sopra indicati (in particolare, quelli neurologici), rivolgetevi ad un medico. Non esitate a prendere appuntamento!

LEGGETE ANCHE: 16 probabili sintomi di tumore che spesso si ignorano finché non è troppo tardi