Abbandonato perché senza femori: i nuovi genitori lo riempiono d'amore e lui muove i primi passi!

Si sente spesso parlare di mamme che, dopo aver partorito, abbandonano i loro neonati. A volte li lasciano nei posti più impensabili (persino i cimiteri!), altre negli ospedali poiché i piccoli riportano qualche problema. Fortuna che ci sono persone di buon cuore come quelle che vi stiamo per presentare in questo articolo.

Chelsea Zeleny-Floro e suo marito avevano già tre figli, quando la donna si è imbattuta in uno straziante post di Facebook che riportava quanto segue:

Questo bambino aspetta in ospedale da 2 mesi e mezzo e non riesce a trovare nessuno che voglia occuparsi di lui. Non ha le ossa dei femori ed è considerato clinicamente fragile. L'ospedale dice che sono rimasti solo pochi giorni prima di doverlo dimettere per mancanza di spazio.

Le si spezzò il cuore. Voleva aiutare questo bambino, ma sarebbe stata in grado di farlo? Al momento la famiglia era già molto impegnata: sarebbero stati in grado di prendersi cura anche di un bambino nato senza femori, ossa pelviche e, per di più, sospettato di avere la sindrome alcolica fetale?

LEGGETE ANCHE: Neonato abbandonato dalla madre in ospedale alla nascita, ma la sua storia ha un lieto fine

Chelsea ha discusso della questione con il marito e con gli assistenti del bambino, e ha preso una decisione che le avrebbe cambiato la vita: l'avrebbero chiesto in affidamento.

LEGGETE ANCHE: È un miracolo? Bambina baciata da Papa Francesco guarisce in fretta e sconfigge il tumore cerebrale

Una volta arrivato nella sua nuova casa, il piccolo si è immediatamente sentito in famiglia. Gli altri bambini di Chelsea lo hanno accettato come loro nuovo fratello e hanno implorato i genitori di tenerlo per sempre.

I primi mesi sono stati i più difficili: il bambino piangeva molto e i medici che lo tenevano sotto osservazione non riuscivano a dare una prognosi definitiva. La famiglia aveva una grande ansia per il futuro del bambino, ma si stava affezionando a lui sempre di più.

LEGGETE ANCHE: Brescia: la madre si pente dopo aver abbandonato suo figlio in un vicolo e rivuole il suo bambino

Dopo aver trascorso con lui 522 giorni, finalmente hanno potuto adottarlo ufficialmente chiamandolo Charlie. Chelsea ha scritto quanto segue su Love What Matters:

Il 15 novembre 2017 abbiamo adottato nostro figlio durante il National Adoption Day, dopo 522 giorni di affidamento. Lo abbiamo chiamato Charles in memoria del nonno di mio marito, un nome che avevamo scelto molto tempo fa ma ipotizzammo che non avremmo mai avuto la possibilità di usare. Ora è ufficialmente nostro figlio: non è più un caso nel sistema, una condizione medica o una prognosi. È finalmente solo Charlie.

Charlie ha continuato a crescere e sfidare ogni probabilità! Ha iniziato a gattonare in modo diverso dagli altri bambini e ha imparato a guidare uno scooter, a camminare con un deambulatore e a salire le scale.

Dopo il suo secondo compleanno, Charlie ha fatto però qualcosa che nessuno immaginava potesse fare. Ecco le parole di Chelsea:

Dopo il suo secondo compleanno, Charlie si è alzato senza il suo deambulatore e ha fatto 6 passi. Sei passi con meno della metà delle sue gambe! Sei passi in più di quanto avrebbe dovuto. Quei sei passi furono i primi di molti, e ogni paura che avevamo per il suo futuro è svanita all'istante.

LEGGETE ANCHE: Il miracolo natalizio in ritardo: la bimba disperatamente malata ha toccato la neve per la prima volta!

Charlie fa quasi tutte le cose che fanno gli altri bambini della sua età. Continua a fare progressi, e ha anche qualcuno come lui da prendere come esempio! Ha incontrato Ricardo, un giovane che, proprio come lui, era nato senza femori e che oggi è uno studente di Baylor e gioca a calcio. Sono stati così entusiasti di conoscersi l'un l'altro!

Quando Charlie era piccolo, alcuni pensavano che fosse senza speranza. Ma continua a raggiungere obiettivi su obiettivi, dimostrando che nulla è impossibile se hai coraggio e determinazione... proprio come ha fatto anche questa altra incredibile bambina nata senza gambe.

La forza dell'amore fa davvero miracoli. E voi, nei panni di Chelsea, avreste fatto la stessa scelta? Oppure avete voi stessi adottato un bambino bisognoso di affetto? Diteci la vostra con un commento.