Il miracolo della bimba che alla nascita pesava appena 411 grammi e non aveva speranze di sopravvivere. Un anno dopo, sta crescendo benissimo

Secondo te, è possibile che una bimba nata prematura alla 29esima settimana e che pesa appena 411 grammi possa sopravvivere? Questa bimba dev'essere molto tenace! È esattamente quello che è successo a una coppia della Georgia, la cui figlia ha superato le aspettative e ha sorpreso tutti con la sua voglia di vivere.

Ad Ashley Zachmeyer e a suo marito, Jeffery Zachmeyer, i medici avevano detto che le loro possibilità di concepire erano quasi nulle. Immagina il loro stupore quando un'ecografia rivelò che Ashley era incinta!

Ashley e Jeffrey erano tanto felici quanto increduli; poi ricevettero notizie allarmanti. La loro bimba era seriamente indietro nella crescita. I due cominciarono a consultare specialisti in gravidanze ad alto rischio. Uno di loro riferì alla coppia che le possibilità che Ashley riuscisse a portare a termine la gravidanza erano scarse.

Si susseguirono una serie di complicanze e i medici dissero ad Ashley e al marito di prepararsi al peggio. Ma i futuri genitori non erano pronti a rinunciare alla loro preziosa bambina.

Il 22 giugno 2017, alla 29esima settimana di gravidanza, Ashley diede alla luce una bellissima bambina, Adalee. A Ashley era stato detto che i neonati che pesavano meno di un chilo non erano considerati vitali, e Adalee pesava appena 411 grammi. Tuttavia, i medici assecondarono i desideri della famiglia e continuarono a lottare affinché la loro bimba sopravvivesse.

Adalee fu sistemata nell'unità di terapia intensiva neonatale. Non aveva sviluppato le complicanze che i medici temevano potesse sviluppare, ma era ancora indietro nello sviluppo.

Credo che Dio ti abbia mandata nella mia vita per darmi qualcosa per cui combattere, per mostrarmi cosa significhi essere forte, per portarmi speranza e gioia. Tutte la prove dell'esistenza di Dio di cui ho bisogno è guardarti bambina. Quando ti guardo negli occhi, vedo un regalo inviato direttamente dal cielo lassù. La mia combattente, la mia piccola guerriera, il mio miracolo, mia figlia.

In seguito, lentamente ma costantemente, la bambina ha guadagnato peso. Dopo più di tre mesi trascorsi nell'unità di terapia intensiva neonatale, Adalee è stata infine dimessa e i suoi genitori l'hanno portata a casa.

Oggi Adalee ha poco più di un anno. Sua madre ha scritto:

Continua a sconfiggere tutte le avversità. Tutti i medici sono rimasti molto colpiti dai suoi progressi. Dire che siamo stati benedetti da un miracolo è un eufemismo. Posso solo sperare che la nostra piccola continui a fare progressi e a crescere come sta facendo adesso. La nostra bambina di 411 grammi, con meno del 20% di probabilità di sopravvivenza, vive. Ce l'ha fatta. È sopravvissuta. Nonostante sia piccola, è agguerrita.

Continua a lottare, Adalee.

Raccommandiamo