Incredibile! Bambino che non ha respirato per 90 minuti dopo la nascita, è sopravvissuto quando i dottori hanno raffreddato il suo corpo fino a 4 gradi

Alcune persone credono che i bambini che sono sopravvissuti a condizioni potenzialmente letali subito dopo la nascita vivranno una vita lunga e felice. Speriamo davvero che sarà così per un "bambino miracoloso" che ha smesso di respirare per 90 minuti e poi è stato rianimato dai medici che non si sono arresi.

Egoist / Shutterstock.com

Al bambino è stata data una seconda possibilità di vita

Simon Meanwell è quello che la gente chiama un "bambino miracoloso". Questo neonato ha avuto una seconda possibilità di vita dopo che aveva smesso di respirare per 90 minuti.

Simon è nato all'ospedale di Peterborough e tutto sembrava andare bene con questo piccolo angelo. Ma all'improvviso il piccolo ha smesso di respirare. I medici si sono affrettati a fare al neonato la rianimazione cardiopolmonare, poiché le sue condizioni stavano diventando gravi. Ci sono voluti tre tentativi per far funzionare di nuovo i piccoli polmoni di Simon.

Quando lo hanno finalmente rianimato, i dottori hanno iniziato quello che viene chiamato processo di raffreddamento. Hanno avvolto Simon in una speciale coperta refrigerante che ha ridotto la sua temperatura corporea a 4 gradi e gli ha impedito di avere una crisi di convulsioni.

KieferPix / Shutterstock.com

La terapia di raffreddamento è una tecnica relativamente nuova che viene eseguita su bambini che soffrono di una grave carenza ​di ossigeno durante o subito dopo la nascita, per aiutarli a prevenire lesioni cerebrali.

Sei mesi dopo l'incidente i genitori di Simon hanno detto che il piccolo sta bene.

Sta andando molto bene, ma non sappiamo cosa accadrà, tutto dipende da come si sviluppa.

Dizitsyn / Shutterstock.com

Continuiamo a pregare per il piccolo Simon e la sua famiglia e speriamo che questo prezioso bambino abbia una lunga vita piena dei momenti più luminosi.

Una storia simile è successa a un'altra bambina

Il caso di Simon non è l'unico. Una storia simile è successa a una bambina di nome Beatrix. 

La piccolina non ha respirato per 23 minuti subito dopo la nascita ed è stata salvata da un medico che si è rifiutato di darsi per vinto.

Oksana Kuzmina / Shutterstock.com

Ha continuato a cercare di rianimare Beatrix nonostante avesse poche probabilità di sopravvivere. Alla fine, al 23esimo minuto, la bambina ha iniziato a respirare da sola.

Il suo salvatore ha detto che la piccola Beatrix gli ricordava sua figlia e sentiva la responsabilità di riportarla in vita.

Queste storie a lieto fine ci fanno credere nei miracoli. I bambini che hanno una seconda possibilità nella vita sono veramente benedetti da un'entità superiore.

Raccommandiamo