Questa donna non riusciva a vivere, né a dormire senza il mascara e dopo 25 anni stava per diventare cieca

Quando si tratta di moda, alcune persone fanno delle scelte davvero estreme per distinguersi. E in questo caso specifico una donna ha quasi perso la vista per avere sempre un bell'aspetto.

Pubblicità progresso per le pigre che amano il trucco

È abbastanza scontato che bisogna struccarsi prima di andare a dormire la sera.

Vladimir Gjorgiev / Shutterstock.com

Ma la makeup artist delle celebrità Katey Denno ha raccontato al magazine on line Bustle di aver conosciuto moltissime donne che sono troppo pigre per rimuovere il make up, specialmente il mascara, e alla fine si ritrovano con le radici delle ciglia infiammate.

Questa donna è quasi diventata cieca

Ma Theresa Lynch si è spinta davvero oltre! Questa cinquantenne mamma di due figli non si è presa la briga di rimuovere il mascara per ben venticinque anni!

Non si è preoccupata dei suoi occhi fino al momento in cui ha iniziato ad avvertire una sensazione di prurito, senza trarre alcun giovamento da alcun farmaco che le prescrivessero. Alla fine i medici, in seguito a una diagnosi miracolosa, hanno impiegato novanta minuti per rimuovere i punti neri all'interno delle palpebre della donna. Senza questa scoperta, sarebbe diventata sicuramente cieca.

Il sistema più semplice per rimuovere i residui di mascara

Ora la dottoressa Robaei, che si è occupata del caso di Theresa, consiglia a tutte le donne che usano il mascara di non sottovalutare la pulizia degli occhi.

metamorworks / Shutterstock.com

E a tutte le donne che temono di non rimuovere a fondo o correttamente il mascara, gli esperti, tra cui la stessa Robaei, dicono che è sufficiente strofinare un cotton-fioc pulito lungo le radici delle ciglia.


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo