12 sintomi di uno squilibrio ormonale che molte donne ignorano

La maggior parte delle persone quando sente la parola "ormoni" pensa a una donna durante la menopausa e a come i cambiamenti ormonali influiscano sulla sua salute. Tuttavia, tutti noi siamo influenzati dai cambiamenti ormonali dall'utero alla tomba e pochissime persone capiscono cosa vi si nasconda dietro.

Molte donne credono che i problemi legati agli ormoni comincino dopo i 40 - 50 anni, ma i primi sintomi di squilibrio ormonale possono manifestarsi a qualsiasi età. Quando e come compaiono dipende dallo stile di vita e dall'alimentazione. Inoltre, anche l'inquinamento atmosferico e le tossine presenti nell'ambiente possono avere un impatto negativo sulla nostra salute.

Non ignorare questi dodici sintomi indicatori di squilibrio ormonale.

1. Aumento costante di peso

Se lotti continuamente con i chili di troppo, non sempre significa che stai seguendo un'alimentazione scorretta. L'eccesso di peso può essere un sintomo di disturbi ormonali. Un alto livello di cortisolo, il cosiddetto "ormone dello stress", può portare a un aumento di peso e provocare l'accumulo di grasso in alcune parti del corpo.

THANYAKORN / Shutterstock.com

2. Diminuzione della libido

Anche lo scarso desiderio sessuale può essere un sintomo legato allo squilibrio ormonale. Gli androgeni sono prodotti sia negli uomini che nelle donne e la loro carenza può causare una diminuzione della libido.

fizkes / Shutterstock.com

3. Stanchezza

Anche stancarsi in fretta può essere sintomo di un disturbo ormonale, soprattutto se, dopo aver dormito bene, ci si sveglia sentendosi già affaticati. Può essere causato da cambiamenti nel livello dello cortisolo, che è prodotto da stress e ansia.

fizkes / Shutterstock.com

4. Cattivo umore

Disturbi della ghiandola tiroidea e alti livelli di TSH (ormone tireostimolante) dovuti all'ipotiroidismo possono essere parzialmente responsabili di apatia e cattivo umore, oltre che irritabilità, aumento dell'ansia e depressione.

Africa Studio / Shutterstock.com

5. Insonnia e sonno interrotto

I disturbi del sonno si verificano spesso nelle donne durante la menopausa. L'insonnia e il sonno interrotto possono essere provocati da importanti cambiamenti nell'equilibrio ormonale. Sfortunatamente, questi disturbi del sonno non fanno altro che aggravare la situazione.

Sante77777 / Shutterstock.com

6. Eccessiva sudorazione

Anche un sintomo così poco piacevole può indicare un disturbo nell'equilibrio ormonale. Vampate di calore e sudorazione notturna possono essere causate da disturbi del sistema endocrino, che riducono la produzione di serotonina.

Jade ThaiCatwalk / Shutterstock.com

7. Problemi di digestione

I problemi di digestione possono essere causati dallo squilibrio di tre ormoni del tratto gastrointestinale: gastrina, secretina e colecistochinina. Questi ormoni favoriscono la digestione, e l'interruzione della loro produzione causa problemi alle funzionalità del tratto digestivo.

8. Voglia matta di dolci

Un altro sintomo di squilibrio ormonale è la voglia smodata di dolci, che può essere causata da disturbi della tiroide (ipotiroidismo, in questo caso).

Africa Studio / Shutterstock.com

9. Perdita di capelli

La perdita di capelli può essere causata dagli elevati livelli di testosterone e di diidrotestosterone nell'organismo.

Dmitry A / Shutterstock.com

10. Acne

Lo squilibrio ormonale e, più precisamente, l'eccessiva produzione di testosterone, può aumentare la funzionalità delle ghiandole sebacee e contribuire alla comparsa dell'acne.

 

Vladimir Gjorgiev / Shutterstock.com

11. Crescita indesiderata di peluria sul viso

Un'elevata produzione di ormoni sessuali maschili può portare a un aumento della crescita di peluria nelle donne.

Vladimir Gjorgiev / Shutterstock.com

12. Frequenti mal di testa

Secondo gli endocrinologi, possono essere collegati alla mancanza di estrogeni, ormoni femminili prodotti dalle ovaie e responsabili dei processi metabolici nel midollo spinale e nel cervello.

SARAVOOT LENG-IAM / Shutterstock.com

Se hai notato diversi sintomi di squilibrio ormonale, non indugiare e consulta il medico quanto prima.


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo