Aveva sintomi simili all'influenza, ma è morta pochi giorni dopo per una seria condizione non diagnosticata

Capita, a volte, che qualcuno abbia qualche malattia e lo venga a scoprire solo per caso. Altre volte, invece, gravi patologie non vengono diagnosticate e vengono identificate come qualcosa di molto più leggero, come ad esempio un'influenza.

Quest'ultimo è proprio il caso di cui stiamo per parlarvi.

Una giovane aspirante paramedica ha perso la vita per via della sepsi e la sua famiglia ha sensibilizzato alla prevenzione

Jessica Holbrook, una ventitreenne di Barnsley, nello Yorkshire, non si sentiva molto bene. Il 9 dicembre 2017, ha fatto visita al suo medico di famiglia, lamentando sintomi simil-influenzali. A quel punto, sia Jessica che il suo dottore non hanno dato importanza alla cosa.

Qualche giorno dopo, continuava a stare male. Il 13 dicembre si è data malata, cosa insolita per lei.

Durante la notte, le condizioni della giovane donna sono continuate a peggiorare. Stava da sua nonna, che il mattino seguente ha chiamato l'ambulanza. Sfortunatamente, però, i paramedici la hanno dichiarata morta per sepsi.

LEGGETE ANCHE: Dio benedica l'istinto materno: una semplice infezione all'orecchio si è rivelata essere una malattia potenzialmente mortale

Sua nonna ha ricordato:

Durante la notte Jessica era irrequieta e faceva fatica ad addormentarsi.

All'inizio mi disse che era stanca e aveva freddo, ma che poi all'improvviso sentiva caldo e sudava. Più tardi, quella mattina, stava davvero male e così abbiamo chiamato un'ambulanza.

A questo punto ha avuto una crisi e poi è tutto confuso. I paramedici che arrivarono erano amici di Jessica. Hanno fatto tutto il possibile ma non ce l'ha fatta.

È dolorosamente ironico il fatto che i paramedici che hanno risposto alla chiamata fossero amici e colleghi di Jessica, visto che la ragazza stessa era un aspirante paramedico.

LEGGETE ANCHE: Una semplice infezione al dito può essere estremamente pericolosa! 5 segnali di pericolo e cosa fare se pensi di averla

La sua famiglia è rimasta assolutamente devastata dalla sua morte, e ora il loro obiettivo è prevenire ulteriori incidenti del genere educando gli altri a prevenire la sepsi. Il padre di Jessica, Leigh Holbrook, ha detto:

Nulla può riportarla indietro. Tutto quello che possiamo sperare, per ora, è che gli altri riconoscano i sintomi della sepsi prima che sia troppo tardi.

Se aumentando la consapevolezza di quanto sia pericolosa possiamo salvare una vita, la morte di Jessica potrebbe non essere stata vana.

Quanto è comune la sepsi?

La sepsi è abbastanza comune e, purtroppo, spesso è mortale. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, si stima che oltre 30 milioni di persone in tutto il mondo sviluppino la sepsi ogni anno. Di quei 30 milioni, 6 milioni non sopravvivono.

Secondo il UK Sepsis Trust, si stima che solo nel Regno Unito ne muoiano ogni anno circa 44.000. Secondo il CDC, invece, negli Stati Uniti le vittime sono quasi 270.000 l'anno... una cifra terrificante!

Aveva sintomi simili all'influenza, ma è morta pochi giorni dopo per una seria condizione non diagnosticatasirtravelalot / Shutterstock.com

Quali sono i segni e i sintomi della sepsi?

La sepsi è notoriamente difficile da diagnosticare precocemente, poiché i suoi primi segni sono spesso aspecifici e possono progredire rapidamente. Può svilupparsi in qualcuno con un'infezione attiva, che può essere o meno diagnosticata.

Secondo Mayo Clinic, la fase iniziale della sepsi si presenta in questo modo:

  1. Temperatura corporea più alta o più bassa del normale: superiore a 38,3° C o inferiore a 36° C.
  2. Frequenza cardiaca accelerata (oltre 90 battiti al minuto).
  3. Respirazione accelerata (oltre 20 respiri al minuto).

Aveva sintomi simili all'influenza, ma è morta pochi giorni dopo per una seria condizione non diagnosticata

LEGGETE ANCHE: Un uomo è quasi morto per essersi mangiato le unghie: ha avuto serie complicazioni per una sepsi

La sepsi progredisce in sepsi grave se sono presenti i seguenti segni e sintomi:

  1. Minzione assente o significativamente ridotta.
  2. Cambiamenti bruschi nello stato mentale, come improvvisa confusione.
  3. Problemi respiratori.
  4. Anormale funzione cardiaca.
  5. Dolore addominale.

Aveva sintomi simili all'influenza, ma è morta pochi giorni dopo per una seria condizione non diagnosticataAfrica Studio / Shutterstock.com

Una sepsi in stato avanzato può provocare shock settico, che produce gli stessi sintomi sopracitati più una pressione arteriosa anormalmente bassa che non può essere stabilizzata con il ricambio di liquidi. Lo shock settico è molto spesso fatale.

Aveva sintomi simili all'influenza, ma è morta pochi giorni dopo per una seria condizione non diagnosticataKateryna Kon / Shutterstock.com

Fate sempre attenzione, perché è possibile contrarre la sepsi anche nei posti più impensabili: una bambina di cui abbiamo parlato, ad esempio, l'ha contratta mentre provava un paio di scarpe nuove!

Se sospettate che voi o le persone che amate abbiate la sepsi, cercate immediatamente aiuto medico. Magari non è niente di grave, ma è meglio prevenire che curare.

Condividete questo articolo con più persone possibile, per mettere in guardia su questo killer silenzioso.


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo