La malattia infiammatoria pelvica (in inglese Pelvic Inflammatory Disease, PID) è una condizione pericolosa che colpisce più di un milione di donne americane ogni anno. Questa malattia è terribile perché spesso non presenta sintomi, mentre può essere letale se l'infezione si diffonde nel sangue. La PID è essenzialmente un'infiammazione degli organi riproduttivi femminili, come utero, tube di Falloppio, cervice e ovaie, solitamente provocata da infezioni sessualmente trasmissibili (IST). 

In che modo si contrae la PID? 

Generalmente, la PID si contrae facendo sesso non protetto. A volte, tuttavia, i normali batteri della vagina possono spostarsi negli organi riproduttivi e causare la malattia. Può accadere quando si effettua una lavanda vaginale; la vagina è "progettata" per mantenere l'equilibrio dei batteri e per pulirsi in modo naturale, quindi non è consigliato l'utilizzo di prodotti per l'igiene intima, poiché possono causare la riduzione dei batteri buoni e l'aumento di quelli cattivi. Inoltre, se stai tentando di sbarazzarti di un odore sgradevole, potresti perfino farlo peggiorare.

Quali sono i sintomi della PID?

Solitamente, la PID non presenta sintomi di grave entità o specifici che possano determinarne con certezza la presenza. Tuttavia, si consiglia un consulto medico se si avvertono alcuni dei seguenti sintomi: 

  1. dolore acuto o cronico nel basso ventre;
  2. febbre, che può indicare un processo infiammatorio; 
  3. aumento di perdite vaginali caratterizzate da odore sgradevole;
  4. sanguinamento e/o dolore durante i rapporti sessuali;
  5. dolore e/o difficoltà durante la minzione;
  6. le infezioni spesso causano sfinimento;
  7. cicli mestruali irregolari.

Quali sono le conseguenze della PID non trattata?

La PID provoca raramente sintomi, e molti di questi possono essere considerati "sopportabili", perciò molte donne tendono a prendere sotto gamba la diagnosi e il trattamento della malattia. Ciò può comportare gravi complicanze: 

  • infertilità (incapacità di concepire un bambino);
  • gravidanza ectopica (gravidanza al di fuori dell'utero);
  • dolore pelvico cronico (gli antidolorifici hanno scarsa efficacia);
  • ascesso tubo-ovarico (l'ascesso è una massa solitamente contenente pus, che può causare un'infezione potenzialmente mortale, se non trattata).

Come prevenire la PID?

1. Sesso protetto: non tutte le forme di contraccezione proteggono dalla malattia. Ovviamente, le pillole anticoncezionali non hanno alcuna efficacia contro le malattie sessualmente trasmissibili, mentre i preservativi possono sicuramente ridurre il rischio di un'infezione. Ricorda che i preservativi, se utilizzati nel modo giusto, sono efficaci solo al 98, 99%.

2. Test di prova: eseguire regolarmente esami per le IST per accertarsi del proprio stato di salute. È ancora più importante che anche il partner si sottoponga agli esami.

3. Non lavarsi: come già detto, la vagina è progettata per autoregolarsi. Se noti un odore molto sgradevole o perdite vaginali eccessive, è meglio un consulto medico.

È importante avere la consapevolezza che la malattia infiammatoria pelvica è una patologia estremamente pericolosa, soprattutto a causa della sua natura asintomatica. Se avete dubbi o sintomi, siete pregate di non esitare a chiedere un aiuto medico professionale. Altrimenti, le complicanze possono diventare irreversibili.

Condividi questo articolo se lo ritieni utile! Abbi cura di te e sii prudente!

                                                                                                    Fonti: Mayo Clinic, Health Line, Women's Health


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo