A 7 anni è una bambina trans: sua madre criticata da cristiani conservatori e scuola

STILE DI VITA & COMMUNITY

Il figlio di 7 anni sta crescendo come una bambina: madre travolta da una valanga di critiche

Data 17 settembre 2019

Un paio di anni fa, la storia di un bambino che sta effettuando una transizione di genere per diventare femmina è diventata virale. Il piccolo veniva bullizzato a scuola e in parrocchia da persona incapaci di accettare la sua scelta.

Una bimba in un corpo maschile

Vi presentiamo Kai Shappley, bimbo transgender dal Texas (Stati Uniti), la cui storia genera scalpore ma anche tenerezza.

Kai si è dichiarata femmina ancor prima di cominciare l'asilo. È nata maschio ma ha subito capito di volere capelli lunghi e ricci e di indossare gonne e vestitini. La sua transizione di genere è cominciata allora.

Per sua madre, Kimberly, non è stato semplice accettare la scelta, all'inizio. Infatti, la donna è cristiana e la sua religione non appoggia questi temi. Tuttavia, ha deciso di sostenere la figlia, a differenza di molti dei suoi amici e conoscenti.

Una figlia allontanata dalla società

Kai è stata bullizzata dai compagni di scuola che non comprendevano il motivo per cui indossasse abiti femminili. È stata perfino bandita dal bagno delle ragazzine.

Anche molti frequentanti della loro parrocchia non sono riusciti a tollerare la transizione di Kai, supportata dalla madre. Per proteggerla, la signora ha deciso di iniziare una lotta a favore dei bambini transgender tenendo varie conferenze negli istituti scolastici.

Come madre cristiana di una bambina transgender, non riesco a stare in silenzio e a sopportare che questo Cristianesimo di estrema destra e ultraconservatore sia il bavaglio della mia fede.

Buon 7° compleanno, Kai 💕 Sono grata che Dio mi abbia scelta come tua madre😇

La più grande lezione di vita

Poco dopo, Kimberly si è trasferita con la famiglia ad Austin, capitale del Texas, per evitare che la situazione nella scuola di Kai degenerasse. Con suo sommo stupore, la figlia è stata accettata dai nuovi compagni di classe.

Dopo l'ondata di critiche, la signora continua a parlare pubblicamente della loro vicenda. Ha tenuto incontri in varie università, dove ha condiviso la lezione più utile e importante di sempre:

Tutto quello che ha suscitato la nostra storia ha reso chiara una cosa: dobbiamo continuare a diffonderla.

Auguriamo a Kai e Kimberly - e a tutti coloro che vivono nella stessa situazione - di avere una vita felice e serena!