La motivante storia d’amore tra Stan e Phyllis ci mostra che la demenza non è in grado di distruggere un matrimonio

Quando qualcuno soffre di demenza, non è più in grado di vedere il mondo allo stesso modo. Inevitabilmente, perde la capacità di ricordare, di risolvere i problemi e di pensare.

Come risultato, queste persone diventano dipendenti dagli altri per quanto riguarda le attività basilari della vita di ogni giorno. E Phyllis Feener è sicuramente fortunata ad avere accanto un marito amorevole e premuroso.

Questa è la sua storia

Stan e Phyllis sono sposati da più di 30 anni. Ma la loro vita è cambiata quando nel 2012 la famiglia ha ricevuto una notizia terribile. Phyllis, che all'epoca aveva 53 anni, ha ricevuto una diagnosi di demenza giovanile.

A dire il vero, aveva problemi di memoria sul lavoro. Phyllis in principio credeva che fosse dovuto alla menopausa.

Ma quando si è accorta di non essere più in grado di lavorare normalmente, la donna si è rivolta ai medici. E ha scoperto che era proprio la demenza a causarle la perdita di memoria.

Nel corso degli ultimi cinque anni, suo marito Stan è stato il suo badante a tempo pieno. Fa tutto quel che può per assicurarsi che Phyllis abbia tutte le comodità di cui ha bisogno. Stan lavora da casa, così da potersi prendere cura della moglie in ogni momento.

Il suo amore è così forte che la figlia della coppia, Kelli Taylor, non ha potuto fare a meno di condividere un dolce tweet, dedicato ai suoi genitori. Su Twitter, ha postato una foto di sua madre e di suo padre e ha scritto una descrizione dolcissima che tocca un nervo scoperto, e che ha fatto sì che il post diventasse virale:

Lei non si ricorda sempre il nome del marito, ma sa che con lui è al sicuro. Se questo non è vero amore, allora non so proprio cosa sia.

Sfortunatamente, non c'è cura per questa patologia. Oggi, le condizioni di Phyllis sono talmente gravi che non può essere lasciata da sola. E sta diventando difficile per suo marito prendersi cura degnamente di lei per tutto il tempo.

Ecco perché la famiglia ha creato una pagina GoFundMe per raccogliere i fondi necessari a fornirle le cure necessarie.

Certo, il post di Kelly, evidenziando il forte amore dei suoi genitori, ha attirato l'attenzione degli utenti dei social network. Molti sono corsi su Twitter per augurare alla famiglia le cose migliori e condividere la propria storia personale, riguardante un membro della propria famiglia che soffre della stessa condizione di salute.

Ecco qui alcuni dei Tweet condivisi 

Questa storia ci dimostra che il matrimonio non può essere distrutto dalla demenza!

Raccommandiamo