Conoscete la storia di Charlie Bravo? Il cane che è stato prigioniero dentro un cesto per

Conoscete la storia di Charlie Bravo? Il cane che è stato prigioniero dentro un cesto per cani

Animali

January 22, 2018 15:10 By Fabiosa

La vita è ciò che ti succede quanto stai facendo altri progetti.

È una frase della canzone Darling boy di John Lennon, e anche una frase che molti di noi abbiamo scelto per il proprio libro della vita. A volte non riusciamo a vedere l’importanza di alcuni momenti perché sono tante le attività e progetti che dobbiamo svolgere. Nonostante ciò, c’è sempre qualcuno che ci ricorda quanto possano essere importanti i minuti e la volontà di fare il bene.

Così cominciamo a raccontare la storia di Charlie Bravo, un cane che essendo a rischio di morte, ce l’ha fatta! Bret Winingar e il suo figlio chiamato Zach stavano passeggiando ad alta velocità con le loro moto per una zona rurale ad est di Little rock, quando hanno visto un cesto per canni nascosta tra le erbacce accanto alla strada. Siccome c’era qualcosa di strano in quel cesto, si sono fermati per guardare da vicino cosa c’era dentro.

Sono rimasti sorpresi nel vedere un cane di grandi dimensioni così piccolo, ridotto ad uno scheletro. L’odore del cane era molto forte, i piedi bianchi del cane avevano delle macchie marroni a cause delle proprie feci. Era incredibile vedere un cane che in condizioni normali dovrebbe essere bellissimo e molto grande praticamente morto.

C’erano così tante abrasioni sulla testa, sulle gambe, sulla colonna vertebrale e in tutto il suo corpo che inizialmente papà e figlio hanno pensato che il cane fosse stato investito da una macchina. Ma poco dopo si sono resi conto che le ferite erano a causa del contatto costante con l’interno del cesto sporco. Il povero cane non poteva nemmeno camminare e aveva cominciato a mangiare il cesto di plastica a causa della fame e persino la claustrofobia.

Non c’era discussione. Dovevano agire al più presto possibile. Dopo di prendere un po’ di tempo per pensare, hanno deciso di lasciarla e andare verso casa sperando che lei fosse ancora lì nel loro ritorno con il camion di Zach. È passato un po’ più di tempo a causa di circostanze imprevedibili, ma finalmente sono tornati. Nonostante ciò, Bret e Zach si sono sorpresi quando hanno visto che il corpo del cane non si muoveva mentre loro si avvicinavano, ma poi Bret sentito un ringhio e ciò è stato il segno! Il padre di Zach ha pensato “Se hai abbastanza forza per ringhiare, hai abbastanza forza per vivere” e, infatti, il cane è sopravvissuto.

LEGGETE ANCHE: Questo gattino è davvero unico perché le sue sopracciglia assomigliano a quelle di un umano

Quanta forza ha avuto Charlie per andare avanti e riuscire a vivere una nuova vita! Secondo Winingar, la storia del cesto di Charlie  rappresenta una prigione per tutte le persone che anche se non ci sono dentro un cesto letteralmente, non riescono ad avere una vita normale. Invece vivono all’interno di una prigione autoimposta: come ad esempio le persone con qualche dipendenza, quelle che hanno un rapporto violento con la coppia e così via. 

CIò più importante è il fatto di poter superare gli ostacoli e realizzare i sogni. Grazie a Bret e Zach, Charlie ha oggi una storia da raccontare!

Fonte: Thecharliebravostory

LEGGETE ANCHE: Nel mondo dello spettacolo non c’è nessuno migliore di lei! Vi presentiamo Fiona, l’ippopotamo star