Dopo sette anni trascorsi a nascondere il viso, finalmente decise di mostrarlo alle teleca

Dopo sette anni trascorsi a nascondere il viso, finalmente decise di mostrarlo alle telecamere

Ispirazione

January 22, 2018 14:24 By Fabiosa

Sapete cos’è la vitiligine?

Vi è mai capitato di camminare in un parco o ad un centro commerciale e vedere qualcuno diverso da voi all’improvviso?

La prima reazione è quasi sempre di stupore visto che non siamo abituati a vedere o condividere nella vita quotidiana con queste persone, ma il fatto di conoscere loro e la loro storia potrebbe cambiare il modo in cui li vediamo e, decisamente, rendere ogni persona molto più felice e consapevole.

Nel caso della storia di oggi, dobbiamo cominciare a parlare della vitiligine. Sicuramente anche voi avete visto almeno una volta nella vostra vita una persona che ha la pelle di due colori diversi, uno scuro e uno molto chiaro, cioè, bianco. Questo è a causa di questa malattia autoimmune in cui il proprio organismo attacca le cellule di melanina (quelle che producono colore nella pelle). Quindi, in alcune parti del corpo manca la pigmentazione. Le cause possono essere tante e, allo stesso tempo, nessuna. Non si sa precisamente cosa causa questa malattia, ma sappiamo che fattori come lo stress possono renderla peggiore.

La vita di Mariah Perkins è stata come quella di qualsiasi altra persona fino a 11 anni, quando ha visto la sua prima “macchia” bianca sul dito. Ha parlato con la sua mamma, ma anche lei pensava non fosse proprio niente da preoccuparsi. Nonostante ciò, più e più macchie hanno cominciato ad apparire nelle mani di Mariah e gradualmente in alcune parti del suo corpo. Ma è stata una macchia bianca sotto il naso della ragazza ciò che ha attirato di più l’attenzione della mamma, chi subito dopo ha deciso di visitare il dermatologo. Risultato: Vitiligine.

All’inizio Mariah ha accettato in qualche modo lo svolgimento della malattia. Era così semplice capire cosa stava accadendo con il suo corpo. Ma quando ha visto che le macchie stavano per conquistare ogni parte del suo corpo, la preoccupazione è arrivata. Le macchie bianche erano ogni volta più grandi e una delle zone più importanti del corpo veniva fortemente colpita: la faccia. La faccia di Mariah è oggi praticamente bianca.

La malattia ha causato stress, paura e sfiducia in sé stessa. Andare a scuola e persino uscire da casa sono diventati un problema per lei. A scuola era molto difficile trascorrere le giornate visto che i compagni di classe sempre la fissavano o c’era qualche domanda da fare. Quindi, a 13 anni, Mariah ha cominciato a truccarsi per nascondere ciò che accadeva col suo viso. Anche se il trucco è davvero eccezionale, significa spendere 45 minuti tutti i giorni solo per fare quest’attività, e poi ha anche rappresentato un problema per lei visto che non poteva abbracciare i suoi amici o aveva paura che qualcuno toccasse il suo viso.

Nonostante ciò, quando ha cominciato a studiare all’università sociologia e giustizia penale, si è resa conto che gli studenti universitari non la giudicavano, l'ambiente era molto diverso da quello della scuola e la ragazza non era costretta a mostrare la sua faccia falsa tutto il tempo. Uno dei posti in cui la Perkins considerava necessario andare con la faccia truccata era il posto di lavoro, visto che per la gente era sempre molto strano e i bambini, stupiti, sempre volevano fare una domanda.

LEGGETE ANCHE: Senza braccia, né gambe, il figlio di questa blogger ha commosso il web mentre cerca di fare i suoi primi “passi”

Oggigiorno, Mariah è una persona che ha la sicurezza necessaria per andare avanti con la sua vita e i suoi progetti, e persino oggi decide di mostrare il viso alle telecamere.

Fonte: tlc uk / YouTube, Mirror

LEGGETE ANCHE: La sindrome di Treacher Collins: la malattia che ha ispirato il film “Wonder”