Le bambole di Pierre Jacquet-Droz vengono considerate il paradiso della matematica secondo Da Vinci

Ispirazione

A nessuno piacciono le bambole che si muovono, tranne queste.

Nei film horror siamo abituati a vedere bambole che muovono gli occhi, le mani e alcune che persino parlano, ma siamo certi di non averne mai viste nessuna farlo in casa. Nonostante ciò, Pierre Jaquet-Droz, nato in Svizzera, ha creato delle bambole che non solo muovono gli occhi o la testa, ma scrivono, disegnano e suonano il pianoforte. Volete sapere di cosa si tratta?

Jaquet Droz / YouTube

Niente paura! Jaquet-Droz è stato un orologiaio della fine del XVIII secolo. Pierre ha vissuto in diverse città come Parigi, Londra e anche Ginevra. Lì ha costruito bambole animate, o, come alcuni le hanno chiamate, automi, per aiutare la propria azienda a vendere orologi e uccelli meccanici.

Jaquet Droz / YouTube

Per alcuni, le bambole sono esempi di come funzioni un computer e l’invenzione ha attirato l’attenzione di tutti, persino di re e imperatori di tutto il mondo. In totale Jaquet-Droz realizzò tre bambole. La prima è chiamata “Lo scrittore”. Si tratta di un bambino che scrive su carta, con una penna d’oca, usando vero inchiostro.

[caption id="attachment_171018" align="alignnone" width="800"] By Rama (Own work) [CeCILL or CC BY-SA 2.0 fr], via Wikimedia Commons[/caption]Il bambino ha un dispositivo di input per impostare il tabulato, che individua ogni singola lettera da lui scritta. Tutto ciò forma una memoria programmabile composta da 40 lettere in diverse combinazioni. Quindi, il testo può variare a seconda dell’utente.

[caption id="attachment_171020" align="alignnone" width="800"] By Rama (Own work) [CeCILL or CC BY-SA 2.0 fr], via Wikimedia Commons[/caption]

Jaquet Droz / YouTube

Gli automi dell’orologiaio vengono considerati uno dei migliori esempi di come risolvere i problemi della meccanica umana. Sono tre bambole davvero complesse che comunque ancora funzionano. Tutte e tre sono conservate al Musée d’Art et d’Histoire di Neuchâtel, in Svizzera.

Come abbiamo detto prima, oltre alla creazione chiamata Lo Scrittore, ci sono altre due bambole: “Il disegnatore” e “La musicista”. Il primo è un altro maschio il cui meccanismo è molto simile a quello del primo automa, ma che, anziché scrivere, disegna diverse immagini, in totale quattro, fra cui il ritratto di Luigi XV.

Jaquet Droz / YouTube

LEGGETE ANCHE: Oggi sono in vendita i vestiti che indossava la regina Elisabetta II e le bambole con le quali giocava quando era piccola

E poi, finalmente, è stata creata una femmina il cui lavoro è molto più sottile. Possiamo persino sentirlo. Si tratta di “La musicista”, una bambola che suona un organo che, in effetti, possiamo ascoltare.

[caption id="attachment_171021" align="alignnone" width="800"] By Rama (Own work) [CeCILL or CC BY-SA 2.0 fr], via Wikimedia Commons[/caption]Secondo Leonardo Da Vinci "La meccanica è il paradiso delle scienze matematiche, perché con quella si viene al frutto matematico", quindi Pierre può essere considerato come uno dei matematici più importanti del mondo. 

È semplicemente fantastico!

Fonte: VanillaMagazine

LEGGETE ANCHE: Un uomo brasiliano crea bambole coi capelli lunghi e di tanti colori! Sembrano vere opere d’arte!

Raccommandiamo