Percorrere l'Italia a piedi con l'Atlante dei Cammini: il turismo 'slow' alle porte dello stivale!

Salute e Stile di vita

L’Italia è un paese degno di essere visitato e ammirato!

gettyimages

La natura che regna nel paese e così bella e diversa che sarebbe quasi impossibile da ammirare da un aereo, un treno o una macchina. Anche se tutti questi mezzi di trasporto servono non solo per essere trasportato ma anche per conoscere diversi posti nel più breve tempo possibile, a volte ci perdiamo di qualche dettaglio che ci offre la natura nel tragitto.

Per poter godere di tutti i cammini, paesaggi e altri benefici della natura, si è creato l’Atlante dei Cammini per incentivare il turismo “slow”. Ma di cosa si tratta questo tipo di turismo? Letteralmente ‘turismo lento’ è un modo di viaggiare attraverso i percorsi in modo autentico. Ci sono tanti gli obiettivi, ad esempio, il contatto con la natura, avere uno stile di vita un po’ più "slow", creare soluzioni ecologicamente compatibili ed economicamente conveniente. Quindi, si può fare a piedi, in bicicletta, a cavallo o utilizzare invece altri mezzi come una canoa.

gettyimages

L'Atlante dei cammini è la prima mappatura ufficiale dei cammini d’Italia. Ci sono più di 40 cammini diversi: quelli dedicati ai santi, ai briganti e tanti altri. Ad esempio, potete fare una passeggiata per i cammini francescani o per il cammino di Dante. L’anno scorso il Ministro Dario Franceschini l’ha proclamato come l’Anno dei Cammini per valorizzare i cammini storici, naturalistici, culturali e religiosi, come abbiamo detto precedentemente.

LEGGETE ANCHE: Il gigantesco passaggio nel cuore di una foresta danese è forse la cosa più bella del paese scandinavo

Secondo la direttiva del Ministro i Cammini sono: 

Itinerari culturali di particolare rilievo europeo e/o nazionale, percorribili a piedi o con altre forme di mobilità dolce sostenibile, e che rappresentano una modalità di fruizione del patrimonio naturale e culturale diffuso, nonché un’occasione di valorizzazione degli attrattori naturali, culturali e dei territori interessati.

gettyimages

Per poter inserire dei cammini nella mappa si devono seguire undici criteri: Percorsi fisici lineari e fruibili, Presenza di segnaletica orizzontale e/o verticale per ogni tappa, Percorso fruibile in sicurezza, Percentuale di strade asfaltate non superiore al 40%, Tappe dotate di tutti i servizi di supporto al camminatore, Descrizione on line sul Sito di riferimento  di ogni tappa, Servizi di alloggio e ristorazione entro 5 km dal Cammino, Presenza di un 'organo di governo' del Cammino, Garantire la vigilanza e la manutenzione del percorso, Georeferenziazione del percorso e Sito del Cammino costantemente aggiornato.

gettyimages

Non ci sono più scuse per percorrere questo fantastico paese e conoscere tutto quello che la natura ci può offrire.

Siete pronti per il vostro prossimo viaggio?

Fonte: Greenme

LEGGETE ANCHE:

La natura regala dei paesaggi fantastici in cui i colori sono i protagonisti

Scattare foto al paesaggio del villaggio è vietato. I residenti sono preoccupati per la felicità delle persone

Il Lago Braies: “La Perla delle Dolomiti” e Patrimonio Unesco. Le sue acque e montagne attirano l’attenzione!

Raccommandiamo