Ragazza con Sindrome di Down è la prima a partecipare in concorso di bellezza nazionale n

Ragazza con Sindrome di Down è la prima a partecipare in concorso di bellezza nazionale negli Stati Uniti

Ispirazione

November 29, 2017 18:20 By Fabiosa

La Sindrome di Down non sarà mai un ostacolo per le persone che vogliono realizzare i loro sogni.

Col passare degli anni siamo stati testimoni dei cambiamenti nei concorsi di bellezza. Anche se ancora si tratta di una gara in cui siano le donne che gli uomini devono dimostrare di essere le persone più belle del mondo o dell’universo, ci sono altri aspetti che si prendono in considerazione sempre di più. Ad esempio il proprio talento e la possibilità di offrire alla società qualcosa di positivo nell’ambito intellettuale e anche umano.

Ecco il motivo per cui ogni anno ci sono dei partecipanti diversi nelle gare, ed è davvero un piacere poter vedere il loro sviluppo durante il concorso e, soprattutto, il loro coraggio. Quest’anno una donna affetta dalla Sindrome di Down è stata la prima a partecipare nel concorso di bellezza Miss USA State, in questo caso del Minnesota.

Tutti sono rimasti sorpresi dalla creatività, energia e dall’ottimismo della ragazza di 22 anni. Mikayla Holmgren è il suo nome e le ore di sonno ne sono valse la pena. Ha vinto il premio “Anima di Usa” anche se non ha vinto l’intero concorso, e ha fatto uno spettacolo da ammirare. Fin da piccola a Mikayla piace la danza e anche la ginnastica e ha in qualche modo dimostrato che per poter fare quello che si vuole non è necessario essere “perfetto” e nemmeno una persona senza una condizione, ma avere un atteggiamento positivo e far fronte a tutte le sfide.

Prima di partecipare a questo concorso, ha vinto il Minnesota Miss Junior Amazing nel 2015, e tra alcune delle parole che ha detto, noi recuperiamo queste:

Miss Amazing è un meraviglioso concorso che permette alle ragazze con Bisogni Speciali di concedere un’intervista, farsi i capelli e truccarsi (...)

L’obiettivo della ragazza nel Miss USA State era quello di mostrare un lato diverso delle persone affette dalla sindrome di Down. Naturalmente si trattava di una sfida molto più ardua ma niente di impossibile. Infatti, noi pensiamo che lei ha raggiunto l’obiettivo forse como poche persone l’hanno fatto finora in un concorso del genere.

Sua mamma Sandi Holmgren ha detto in un’intervista che la prima cosa che ha fatto quando ha scritto era quella di dire che sua figlia era affetta da questa sindrome e che, con sua sorpresa, l’hanno accettata. Ha detto anche che si è resa conto di quanto era accaduto solo dopo un paio di settimane e che la gara rappresentava un fatto importante nella vita di Mikayla.

LEGGETE ANCHE: Il culmine della sfilata della Madrid Petite Fashion Week non sono stati i vestiti, ma i bambini con la sindrome di Down!

Per la società è molto significativo che ci siano esperienze in cui la gente si accorga dell’importanza di accettare che ci sono persone diverse da noi e che ciò non significa che siano inferiori alla maggior parte della società, sono anzi l’esempio giusto per contribuire ad un mondo molto più intelligente, gentile e felice.

Cosa ne pensate voi?

Fonte: Fonte: Fox9

LEGGETE ANCHE: Micah, figlio con la Sindrome di Down della modella Amanda Booth appare sulla copertina di Vogue