Il cromosoma 21 non è “una condanna a morte”! Le persone speciali possono godere in p

ISPIRAZIONE

Il cromosoma 21 non è “una condanna a morte”! Le persone speciali possono godere in pieno della vita!

Date April 19, 2018 11:53

Secondo noi, la sensazione di “non essere pienamente soddisfatto della propria vita” è un sentimento che insegue sempre un essere umano. I desideri nascono e cambiano con una velocità assurda, ci manca sempre qualcosa: i soldi, l’amore, il lavoro dei sogni, e così via. Siamo insoddisfatti e, di conseguenza, ci lamentiamo che la nostra esistenza sia difficile e insopportabile. Siamo ciechi di rabbia anche se tutto va abbastanza bene e, per questo, dimentichiamo che “tutto poteva andare peggio”. Grazie al cielo, siamo sani e salvi. La salute è un tesoro che non ha prezzo, ma, purtroppo, noi dimentichiamo di apprezzarlo.

Dobbiamo essere grati e ringraziare Dio per tutto quello che ci ha dato.  

Non tutti sono stati così fortunati… esistono persone con cui il destino ha giocato un brutto scherzo. I bambini innocenti sono nati con un cromosoma superfluo. Questo “surplus eccessivo” ha provocato una conseguenza drastica e drammatica: la sindrome di Down. Comunque, il cromosoma 21 non è “una condanna a morte”! Al contrario, “questo regalo” è una possibilità di trascorrere una vita straordinaria e per questo così interessante. Ovviamente, ci sono dei limiti che non possono essere superati… Nonostante tutto, le persone speciali possono godere in pieno della vita.

Le 10 storie che non possono lasciare indifferenti, per di più, ci danno la forza di andare avanti!

Tim Harris

Il nostro protagonista è un proprietario del locale “Tim’s Place” (Albuquerque, gli USA) – il ristorante più felice del mondo. Questo locale è abbastanza semplice, ma insolito. Qui uno può “ordinare” la colazione, il pranzo o un abbraccio. Secondo Tim, “gli abbracci sono la parte più importante del menù”. Il concetto di “Tim’s Place” è la possibilità di sentirsi meglio, a proprio agio.

Tim Harris / Facebook

Miguel Tomasin

Miguel è riuscito a realizzare il proprio sogno nel cassetto: dal 1993 suona nella band “Reynols” di origine argentina. Secondo le riviste specializzate, questa band è straordinaria. Di solito Miguel si presenta così: “Salve, sono il batterista più famoso del mondo!” Senza dubbio, questa è la verità!

Miguel Tomasin / Facebook

Jamie Brewer

Questa attrice statunitense, affetta da sindrome di Down, è diventata famosa grazie al ruolo nella serie TV “American Horror Story”.

Raymond Hu

Avendo un talento eccezionale, questo è stato un dono di Dio, Raymond Hu (di origine cinese) è diventato un famosissimo pittore. Attualmente, Raymond insegna pittura sia agli adulti con disabilità che ai bambini.

Paula Sage

Paula è un’attrice scozzese e fa parte di una squadra di netball (assomiglia alla pallacanestro). Il suo team partecipa ai Giochi Olimpici Speciali.

Karen Gaffney

Karen è stata la prima persona affetta da sindrome di Down che è riuscita a fare la traversata della Manica a nuoto.

Pascal Duquenne

Pascal è un attore che viene dal Belgio. Ha vinto il premio per il miglior attore al Festival di Cannes (“L'ottavo giorno”, 1996).

Ronald Jenkees

Ronald è un musicista e compositore americano (il suo genere di musica è techno e hip-hop), lui è una star di YouTube (ha oltre 70 milioni di visualizzazioni).

Pablo Pineda

Pablo è un attore spagnolo che nel 2009 ha vinto “La Concha de Plata al miglior attore” (cioè il premio del Festival Internazionale del Cinema di San Sebastián).

Madeline Stuart

L’adorabile Madeline è una modella australiana con sindrome di Down. Anzi, lei ha aperto “la finestra di opportunità” agli atri! Madeline è la prima modella professionale affetta da questa malattia.