Il verdetto del medico: “Continuando così, non vivrai abbastanza per vedere il 21esimo compleanno della figlia”!

Marney Gardner, ha 47 anni, è la mamma di tre figli. I medici le hanno diagnosticato l’obesità patologica (un eccessivo accumulo di grasso corporeo). Il peso della donna era davvero “allarmante”, Marney pesava circa 170 chili.

Il “punto di non ritorno”, oppure il momento in cui Marney ha preso la decisione di cambiare la sua vita, è stato quando i medici le hanno detto che non sarebbe vissuta abbastanza per vedere il 21esimo compleanno della sua figlia più piccola (attualmente la ragazzina ha 10 anni).

Le parole dei medici è stato un vero e proprio shock per Marney. La donna era costretta ad agire in modo urgente e decisivo!

Il sovrappeso bloccava davvero l’andamento normale ed adeguato della vita di Marney. La donna era veramente una prigioniera del suo corpo: l’obesità potrebbe avere effetti nocivi sulla salute e provocare diverse patologie (le malattie cardiovascolari, il diabete, la osteoartrosi). Per di più, l’obesità potrebbe ridurre drasticamente l’aspettativa di vita.

A volte i problemi e disturbi correlati al sovrappasso, che rovinano la routine normale (la complessità dei movimenti, la stanchezza costante, la sedimentazione elevata), portano alle depressioni. Una grave forma di depressione riduce anche la volontà di vivere.

Marney era sempre affamata, mangiava gli spuntini e snacks senza sosta, per di più, faceva fatica a camminare fino alla fine della strada, perché si stancava facilmente.

Marney ha confessato:

Ho sofferto di dolori al petto, dunque sono andata dal medico. Mi ha detto che sono “un miracolo vivente”! All’inizio l’avevo preso come un complimento, ma poi il mio medico ha aggiunto – “non in senso positivo” …

Mi ha spiegato la mia situazione: se continuassi a seguire questo stile di vita, non sarei riuscita a vedere il 21esimo compleanno della mia figlia minore…

Sono tornata a casa, sono scoppiata a piangere. Piangevo, piangevo, piangevo… comunque, ho capito che devo cambiare qualcosa… dovevo diventare un esempio da seguire per i miei bambini!

Marney ha cominciato a seguire una dieta dimagrante sotto controllo dei nutrizionisti e medici. Marney ha eleminato alcol, caffè, prodotti lattici, grano e zucchero dall’alimentazione quotidiana.

Nell’arco dei primi 100 giorni ha perso 100 pounds (circa 45 chili). Marney ha fatto uno sforzo titanico, ma è riuscita a cavarsela! Che forza di volontà!  

In totale, dopo un anno della dieta equilibrata, Marney ha perso circa 75 chili! Attualmente passa tantissimo tempo libero, camminando e giocando con suoi figli!

Nonostante tutto, Marney sta continuando a seguire la dieta dimagrante, perché ha intenzione di raggiungere il suo peso ideale (desidera perdere altri 10 chili). Marney ha conservato la sua enorme maglietta come una sorta di motivazione: ogni volta che lei sta per mollare, apre il suo armadio… e i ricordi dal suo “passato buio” le danno forza ad andare avanti!

Per farvi capire la differenza ecco “le due diverse diete” di Marney:

Prima.

  1. Colazione: colazione tradizionale inglese, latte caramellato con biscotti, mela, banana.
  2. Pranzo: sandwich oppure calzone fritto.
  3. Cena: curry o pizza da asporto.
  4. Spuntino: due buste di patatine, piatto di crackers con formaggi.

Ora.

  1. Colazione: frullato ai frutti di bosco surgelati, latte di mandorle e proteine vegane, tisana, barretta proteica.
  2. Pranzo: zuppa di verdure, frullato, frutta, acqua.
  3. Cena: pasto iperproteico. 
  4. Snack: dolce di riso, tè.

Potete crederci?! Che incredibile trasformazione! Condividete con noi i vostri pensieri!

Fonte: Marney C Lapsley-Gardner / Facebook

LEGGETE ANCHE: Basso indice glicemico: 6 alimenti con IG basso da inserire nella dieta