Più di 200 mila italiani sono stati spiati da Facebook! Il social network di Mark Zuckerberg ha un grosso problema e potremmo essere coinvolti!

Forse non vi siete resi conto, ma le possibilità di essere coinvolti in uno scandalo riguardo il vostro social network preferito sono infinite.

Uno scandalo su Facebook? Certo! E sicuramente più di una persona è coinvolta anche se non ha deciso di partecipare volontariamente. Il fatto è che Mark Zuckerberg, una delle persone più famose e proprietario di uno dei social network di più ampia attività nel mondo, ha un grosso problema riguardo i termini della privacy di Facebook e le conseguenze sono tantissime visto che milioni di persone sono colpite.

gettyimages

Cos’è successo? A quanto pare l’uso improprio dei dati di Cambridge Analytica, la società di consulenza, ha avuto un forte impatto sia per la compagnia che per gli utenti che, secondo alcuni, riceveranno una notifica entro questa settimana con alcuni istruzioni. Circa 200mila utenti Facebook sono stati spiati visto che bisogna individuare chi è stato colpito dalle attività dell’app di Aleksandr Kogan. Per ottenere questo numero così íncredibile, hanno sommato le 57 persone che hanno installato l’app ed il numero di amici che sono stati impattati, raggiungendo in questo modo la cifra menzionata in precedenza.

Questa si tratta di una delle più grandi crisi che il social network ha affrontato nei suoi 14 anni di storia, tuttavia, Mark, 33 anni, ha deciso di far fronte e risolvere la situazione, anche se molti gli hanno suggerito di lasciare il lavoro. Per poter aiutare tutti gli utenti coinvolti che non si sono nemmeno accorti, Zuckerberg ed il suo team invieranno una notifica per modificare la loro privacy seguendo alcuni passi. Cliccando su un link saranno indirizzati e, in questo modo, potranno vedere su una nuova pagina tutta l’informazione che è stata condivisa con le diverse app. Poi, un ultimo passo potrebbe essere fondamentale in tutto il processo: eliminare l’applicazione ed impedire l'accesso a tutti quelli che non siano amici ai loro dati.

gettyimages

Le persone coinvolte in tutta questa situazione sono tantissime e si trovano in tutto il mondo, ad esempio, in Italia ci sono circa 200mila. Ma il paese più colpito è, né più né meno che gli Stati Uniti con 70  milioni di persone (circa il 81,6% degli utenti), la maggior parte della popolazione americana è stata spiata per scopi elettorali. Poi anche i filippini, britannici, canadesi, messicani, indiani, indonesiani, brasiliani, australiani e persino vietnamiti, per un totale di 7.5 %, avranno qualche notizia sui loro dati.

LEGGETE ANCHE: Un'utente di Facebook ha condiviso alcune foto di un bambino e del suo cane che esprimono il vero significato dell'amicizia

Sarà importante da questo momento cercare i vostri messaggi sul social network per sapere se anche voi siete tra questo gruppo di persone, e se non siete stati spiati, cercate di modificare la visibilità dei dati che condividete con tutti i vostri amici, comunque. Ricordate che la nostra privacy è la cosa più importante!

LEGGETE ANCHE: Facebook ti osserva! Mark Zuckerberg ammette che Facebook analizza tutti i messaggi privati di Messenger

Fonte: HuffingtonPost